‘NO’ alle diete estreme senza carboidrati. Vediamo perchè

0
143
'NO' alle diete estreme senza carboidrati. Vediamo perchè

Per vivere più a lungo non bisogna rinunciare completamente ai carboidrati.  Le diete estreme possono mettere a rischio la salute ed il benessere dell’organismo.

'NO' alle diete estreme senza carboidrati. Vediamo perchèDa una vita si legge sui giornali e sul web che le Diete estreme possono mettere a rischio la salute ed il benessere dell’organismo. Uno studio pubblicato su Lancet Public Health del Brigham and Women Hospital di Boston conferma che è preferibile non eliminare i carboidrati dalla dieta. I ricercatori hanno analizzato i dati di oltre 15400 persone che avevano partecipato allo studio Atherosclerosis Risk in Communities Study, verificando che sia una dieta con un basso apporto di carboidrati, inferiore al 40% dell’energia totale, sia con un apporto troppo alto, oltre il 70%, erano legate ad un aumento della mortalità, mentre il rischio più basso era associato ad un consumo moderato, tra il 50% e il 55% dell’energia.

'NO' alle diete estreme senza carboidrati. Vediamo perchè I soggetti studiati, spiegano gli autori, sono stati seguiti per 25 anni, dopo aver compilato all’inizio dello studio e dopo sei anni, un questionario sulle abitudini alimentari. Dai dati è emerso che a partire dai 50 anni l’aspettativa media di vita è di altri 33 anni per chi ha un apporto moderato di carboidrati, quattro anni in più di chi ha un apporto basso e uno in più di chi lo ha alto.

“Anche il tipo di dieta influenza la longevità, sottolineano gli autori. – “Diete ‘low carb’ che rimpiazzano i carboidrati con proteine o grassi sono sempre più popolariscrivonoma i nostri dati suggeriscono che diete low carb associate a cibi animali possono essere associate a una minore aspettativa di vita. Al contrario se si sceglie di scambiare i carboidrati con grassi e proteine vegetali si promuove la salute a lungo termine“-

'NO' alle diete estreme senza carboidrati. Vediamo perchèNutrizionisti coscienziosi sconsigliano le diete estreme, in quanto non sono in grado di assicurare all’organismo il fabbisogno corretto delle calorie odierne.

Sono necessarie le giuste  quantità di carboidrati e chi invece li riduce all’estremo certamente può perdere molto peso anche velocemente, ma non senza sottoporre ad uno stress l’organismo e rischio per la salute. Il Glucosio nutre il cervello e cellule nervose e ci permette di ad affrontare una giornata intera di lavoro ed un’altra invece viene trasformata in glicogeno, la riserva energetica dei nostri muscoli.

'NO' alle diete estreme senza carboidrati. Vediamo perchè

Le Linee Guida per una Sana Alimentazione parlano chiaro,  che circa la metà dell’energia di cui abbiamo bisogno quotidianamente dovrebbe derivare dai carboidrati, attraverso la Pasta ed il Pane, e legumi che contengono carboidrati complessi, ossia amidi e fibre, che sono quelli più importanti rispetto ai zuccheri semplici. Queste macro-molecole danno energia continuativa durante la giornata e vengono digerite e consumate velocemente dal nostro organismo come anche la frutta e le patate.

'NO' alle diete estreme senza carboidrati. Vediamo perchèLe diete a basso contenuto di carboidrati, se estremizzate, fanno invece innalzare i livelli di LDL, ovvero di colesterolo cattivo, possono aumentare  il  rischio di malattie cardiovascolari , di insorgenza di tumori e danni seri alla funzionalità del fegato e dei reni.

Con la dieta senza carboidrati si prevede un rigido regime alimentare che si basa essenzialmente sull’assunzione di proteine, vitamine e grassi, mentre la pasta ed il pane sono considerati nemici ed in questo modo l’organismo poggerà necessariamente su altri pilastri, rappresentati da proteine e grassi.

Il meccanismo metabolico si sposterà su basi non stabili e l’organismo ogni volta che perde il giusto equilibrio, và in tensione o meglio in stress fisiologico. Perdere delle sostanze rappresenta un attacco all’integrità del benessere del corpo e naturalmente affaticamento ai reni ed alla salute.

In poco tempo è possibile perdere molti chili di peso, i quali potrebbero essere ripresi con la stessa facilità, forse in maniera più veloce. Questo è il risultato della difesa anticorpale. Per chi desidera perdere peso il consiglio è quello di ridurre le porzioni, seguire lo stile di vita della Dieta Mediterranea ed incrementare l’attività fisica, senza però rinunciare ad alcun nutriente