Nevralgia post erpetica, diagnosi e cure per questa patologia

0
536
Nevralgia post erpetica, diagnosi e cure per questa patologia

La Nevralgia post erpetica, la sua diagnosi e i rimedi consigliati per combatterla.

di Luigi Maria Mormone – La Nevralgia post erpetica è un dolore cronico che si manifesta in un’area cutanea innervata da nervi infettati dal virus dell’herpes zoster, quello che provoca il cosiddetto Fuoco di Sant’Antonio. Questa patologia (che sussiste a volte anche dopo la guarigione dal Fuoco di Sant’Antonio) è molto comune tra i soggetti anziani ma le cause non sono ancora del tutto chiare. I suoi sintomi sono rappresentati da un dolore intermittente o sempre presente, che di solito peggiora di notte o se il clima è troppo caldo o troppo freddo, circostanze in cui può essere talmente intensa da risultare invalidante. La diagnosi della Nevralgia post erpetica avviene dopo aver valutato la presenza di un episodio di herpes zoster. Le cure per tale patologia sono diverse, a seconda dell’intensità del dolore. Se lieve, saranno sufficienti antidolorifici oppure delle pomate ad azione locale. Nei casi di dolore più forte, invece, si potrebbe ricorrere ad anticonvulsivanti, antidepressivi, pomate (o anche un cerotto) a base di lidocaina e anche farmaci oppioidi. Altre terapie utili, ma che sono tuttavia usate raramente, sono l’iniezione di corticosteroidi nel liquido cerebrospinale e l’iniezione di tossina botulinica nella zona colpita, al fine di placare il dolore provato dai pazienti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here