Napoli, una studentessa di 26 anni si è suicidata a Monte Sant’Angelo

719
Napoli, una studentessa di 26 anni si è suicidata Monte Sant'angelo

Cronaca di Napoli. Tragedia alla sede universitaria di Monte Sant’Angelo: una studentessa di 26 anni si è lanciata nel vuoto.

Una studentessa di 26 anni si è tolta la vita nella sede universitaria di Monte Sant’Angelo a Napoli. La ragazza si chiamava Giada Di Filippo ed era iscritta alla facoltà di Scienze Naturali. Si è suicidata lanciandosi dal tetto dell’edificio. Era residente a Sesto Campano. E’ quanto riportato dal Mattino in queste ore.

Alcune notizie sono state apprese dalle dichiarazioni del sindaco di Sesto Campano, Luigi Paolone. A Napoli erano arrivati i suoi familiari per assistere alla discussione della tesi. Una festa che in pochi attimi si è trasformata in una tragedia. Pare che la giovane era indietro con gli esami e il suo nome non era segnato nell’elenco dei laureandi di oggi all’università «Federico II». La studentessa probabilmente è stata travolta dai sensi di colpa nel vedere i familiari arrivati per assistere alla discussione della tesi.

Sulla vicenda indaga la polizia. E sul posto è giunto anche il sostituto procuratore della Repubblica di Napoli. Gli investigatori hanno ascoltato alcune persone per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto e accertare le ragioni che hanno spinto la ragazza a togliersi la vita. Al vaglio degli investigatori la carriera accademica della ragazza, ad iniziare dalle iscrizioni.

«Era una ragazza solare – ha dichiarato Paolone – sempre sorridente, dolce e bellissima. Speciale anche la sua famiglia, il padre, la madre e il fratello. La notizia ha sconvolto tutti poiché un gesto del genere da lei, proprio per il suo carattere, nessuno lo avrebbe mai immaginato». «Il fatto di non aver completato gli esami? Anch’io ho appreso questa notizia – ha commentato il Paolone – da fonti non ufficiali. Circola sui giornali, circola in paese. Ma non posso dire che sia vero. Nessuno sa cosa abbia spinto la ragazza a fare quello che ha fatto. Non ho ancora parlato con i suoi genitori. Volevo andare a Napoli, ma ho saputo che probabilmente rientreranno stasera e mi recherò a casa loro».