domenica, Settembre 19, 2021

Napoli, operazione “alto impatto” dei Carabinieri: cinque arresti

- Advertisement -

Notizie più lette

Napoli, operazione “alto impatto” dei Carabinieri: cinque arresti
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Cronaca di Napoli: operazione “alto impatto” da parte dei Carabinieri nei quartieri Piscinola, Scampia, Miano e nel rione Amicizia.

Controlli straordinari svolti oggi nell’area nord di Napoli svolti dai Carabinieri della compagnia Vomero con i rinforzi del reggimento Campania.

A Piscinola, i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio due uomini già noti alle forze dell’ordine. Salvatore Canneva (33enne di Piscinola) e Nicola Capuozzo (48enne di Scampia) erano in un circoletto abusivo in via della Bontà quando sono stati sorpresi dai Carabinieri. I militari hanno sequestrato loro 4 involucri di cocaina del peso complessivo di 6 grammi e un bilancino di precisione che i 2 avevano in parte addosso e in parte nascosto in un cespuglio nei pressi del locale. Dopo le formalità, i due sono stati tradotti in carcere.Napoli, operazione “alto impatto” dei Carabinieri: cinque arresti A Scampia, i Carabinieri della sezione operativa Vomero sono stati arrestati due giovani del quartiere: Vittorio Croce (19enne) e Marco De Biase (18enne) entrambi già noti alle forze dell’ordine. I due erano sottoposti al divieto di dimora nel Comune di Napoli dopo un arresto per spaccio nel lotto h ma sono stati sorpresi più volte in quella piazza di spaccio: il gip di Napoli ha dunque emesso un’ordinanza che dispone per loro gli arresti domiciliari.

Gli stessi militari della sezione operativa hanno denunciato un 56enne di Ottaviano: controllato nei pressi del lotto “h” alla guida della sua auto è stato sorpreso a guidare con la patente revocata e in contravvenzione dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza cui era sottoposto dopo un arresto lo scorso anno a Vicenza per truffa ad un’anziana.

A Miano, infine, è stato arrestato un 36enne, già sottoposto agli arresti domiciliari per stalking nei confronti della ex moglie, per atti persecutori che ha continuato a compiere nei confronti della donna. Il 36enne, evaso dai domiciliari, aveva raggiunto l’abitazione della donna a Piscinola. I Carabinieri sono intervenuti sotto l’abitazione ma alla loro vista il 36enne è fuggito in auto: rintracciato dopo pochi minuti a casa, è stato poi tratto in arresto. L’uomo risponderà di evasione e stalking e adesso attende il giudizio con rito direttissimo.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie