venerdì, Agosto 12, 2022

Napoli, iniziati i lavori per risistemare l’arco Borbonico a via Partenope

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazione
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Iniziati i lavori per risistemare l’arco Borbonico a via Partenope. Sopralluogo di Borrelli: “finalmente si parte. I lavori dureranno meno di 1 anno e costeranno 550mila euro”.

Sono partiti i lavori per risistemare l’Arco Borbonico a via Partenope. Per ora si sta allestendo il cantiere con i ponteggi e i lavori dovrebbero durare meno di un anno per un costo di 550mila euro”. – annuncia il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli con un post pubblicato sulla sua pagina Facebook. – “Grazie all’enorme lavoro del Presidente dell’Autorità Portuale Andrea Annunziata che finalmente è riuscito a sbloccare la situazione finalmente si parte. E’ utile ricordare che questi lavori sono stati oggetto di una trattativa molto lunga con la Soprintendenza e che per non danneggiare i ristoratori che si trovano di fronte invece di coprire il cantiere con normali pannelli è stato ricostruita la parte coperta del panorama. Continueremo a seguire il cronoprogramma come abbiamo fatto con i lavori del Molo Beverello e come stiamo facendo con il prossimo appalto per risistemare l’approdo Borbonico della Colonna Spezzata a Piazza Vittoria” dichiara il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.Napoli, iniziati i lavori per risistemare l'arco Borbonico a via Partenope
I lavori saranno eseguiti, sotto la stretta sorveglianza della Soprintendenza, in più fasi: la prima riguarda l’allestimento del cantiere e dei ponteggi per raggiungere in sicurezza il manufatto; la seconda interesserà la delicata attività di salpamento e selezione del materiale lapideo che nel tempo è stato divelto dall’azione del mare; la terza, certamente più delicata, prevede complessi interventi di restauro delle strutture esistenti e di ricostruzione delle ampie parti crollate per ripristinare l’originaria configurazione di un’opera voluta nel 1839 da Ferdinando II di Borbone ma successivamente riconfigurata, su progetto di Enrico Alvino, intorno al 1872 quando furono avviati i lavori della Colmata di Via Partenope.
Parliamo di un’opera che, al di là dei recenti eventi che ne hanno determinato il parziale crollo, presentò importanti criticità sin dalla sua inaugurazione, tant’è che la piattaforma in pietra lavica che un tempo era presente a ridosso delle arcate, era stata già divelta dal mare agli inizi del 900 e già da molti decenni la piccola banchina che fungeva da sbarcatoio per piccole unità da pesca non è più visibile.
Fonte pagina facebook del consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie