Vittoria del Napoli contro il Genoa a Marassi: 3-2

1211

Il successo a Marassi ha ulteriormente allungato la serie positiva degli azzurri: sono ora 22 le partite utili consecutive del Napoli di Maurizio Sarri. 

genoa - napolidi Gianmarco Giugliano – Ci pensa Mertens con una tripletta (anche se il terzo gol è una autorete) a piegare il Genoa. Nona vittoria su dieci di cui sei in trasferta: i numeri del Napoli continuano ad impressionare. Sarri decide con un piccolo turn over: dentro un buon Chiriches per Albiol; Diawara per Jorginho e Zielinsky per Allan. Nessun riposo per i tre attaccanti. Parte in salita la partita del Napoli: al 4’ Taarabt si inserisce tra i due difensori centrali al limite del fuorigioco e con un gran diagonale sul palo lontano supera Reina.

Il Napoli sembra, comunque, trovare gli spazi giusti e con Insigne cerca di sorprendere Perin. Ci vuole una punizione di Mertens per riportare la partita in parità: magistrale l’esecuzione del belga che infila il pallone nel sette. 1-1. Domina il Napoli da questo momento in poi. L’azione si velocizza e il Genoa sparisce dal campo. genoa - napoliAl 30’ il raddoppio del Napoli: un lucidissimo e combattivo Diawara lancia Mertens. L’attaccante stoppa al volo con la suola e realizza con un missile terra aria nella porta di Perin. 2-1: un gol fantastico per lancio, preparazione ed esecuzione. Si aspetta solo il terzo gol del Napoli e al 33’ una triplice occasione per poco non chiude la partita: Mertens costringe Perin alla parata. Sulla respinta, prima Hamsik si fa stoppare il tiro da Zukanovic e poi, sul rimpallo, Zielinski conclude a lato. Sembra, però, che il Napoli oggi voglia complicarsi la vita: al 43’ Hysaj commette un errore gravissimo servendo Lazovic. Il tiro viene parato col piede da Reina. Finisce in primo tempo dominato dal Napoli ma non chiuso nel.risultato. La ripresa inizia con lo stesso canovaccio: palleggio del Napoli col Genoa che cerca di capirci qualcosa. Il meritatissimo 3-1 viene al 60’: Insigne lancia Mertens che conclude con un forte diagonale. genoa - napoliIl pallone viene ribattuto in rete da Zukanovic. Cala il ritmo e la partita sembra incanalata sul binario più logico. Al 70’ esce Callejon per Rog. Al 76’ all’improvviso si riapre la partita: Rigoni mette al centro per Izzo che di testa approfitta di una dormita della difesa. Ultimi dieci minuti di sofferenza: Lapadula al volo tira di poco alto sulla traversa. Il Napoli anestetizza la partita inserendo Allan e controllando la veemenza del Genoa. Importantissima vittoria per la squadra di Sarri: le inseguitrici non mollano e la classifica in alto è cortissima. Non sono ammessi errori: chi si ferma è perduto. Domenica al San Paolo arriva il Sassuolo per continuare nel sogno. Nel Napoli buone le prestazioni Di Chiriches e Diawara oltre ovviamente ad un immenso Mertens.