Universiadi di Napoli 2019: Stadio del tennis sul lungomare

1077
Universiade, Atletica: Oro per Luminosa Bogliolo. Venerdì e sabato le finali di Tennis sul Lungomare

Sarà realizzata una grande arena come per la Coppa Davis 2014. I protagonisti dell’atletica leggera i più numerosi alle Universiadi con 1419 concorrenti da alloggiare al porto di Napoli, sulle navi.

Tra le novità del progetto per le Universiadi di Napoli 2019, il lungomare ospiterà un grande stadio per il tennis. Lo hanno annunciato oggi i vertici dell’Aru, l’agenzia regionale per le Universiadi, nel corso della presentazione dell’avvicinamento ai giochi studenteschi davanti ai delegati della Fisu (la Federazione internazionale degli sport universitari) in visita a Napoli. Lo stadio del tennis sul lungomare era stato già allestito per la Coppa Davis nel 2014, in occasione del quarto di finale tra Italia e Inghilterra che diede agli azzurri la qualificazione alle semifinali di Davis.
Nel corso della presentazione ai delegati della Fisu, guidati dal vicepresidente Leonz Eder, i vertici dell’Aru hanno anche illustrato la sistemazione degli partecipanti. Saranno i protagonisti dell’atletica leggera i più numerosi alle Universiadi con 1419 concorrenti da alloggiare al porto di Napoli, sulle navi.

Universiadi di Napoli 2019: Stadio del tennis sul lungomareGli atleti del nuoto, 943, sono i più numerosi seguiti dal taekwondo con 715. Sulla Msc lirica saranno impegnate 992 cabine, con 2114 letti. Mentre saranno tre i traghetti di Grandi Navi Veloci: Azzurra, Rhapsody e Splendid con, rispettivamente 513 cabine e 899 letti, 521 cabine e 1042 letti, 456 cabine e 885 letti. A Salerno ci saranno  1564 posti letto al Campus Universitario di Fisciano (“dovremo convincere gli studenti ad andare via tutti per quel periodo”, spiegano i manager dell’Aru) e 320 al Grand Hotel Salerno. A Caserta saranno infine usati tre alberghi: 520 letti al Golden Tulip Plaza, 525 al Grand Hotel Vanvitelli e 380 al Novotel Caserta.

Il cantiere della metropolitana davanti alla Stazione Marittima dovrebbe essere ricoperto e usato per la logistica e gli autobus per gli atleti delle Universiadi nel mese di luglio 2019.

La logistica sul villaggio “galleggiante” degli atleti (che sarà aperto dal 27 giugno al 16 luglio 2019) è uno dei temi trattati con maggiore approfondimento dalla Fisu che ha avuto assicurazioni che gli atleti arriveranno alle gare “in tempo e ben riposati”, ha spiegato Roberto Outerino, direttore dell’area sport dell’Aru. I lavori della metropolitana nello spazio davanti alla stazione marittima, infatti, non saranno ancora terminati per il periodo delle gare nel 2019 e l’Aru ha chiesto alla Metropolitana di poter ricoprire quella zona e usarla solo per quel mese, per poi far riprendere i lavori.

La Stazione Marittima sarà il centro delle attività a Napoli. Le navi dove alloggeranno gli atleti saranno attraccate alla banchina, mentre l’intera struttura sarà usata per uffici e stanze per le delegazioni. I container, nel progetto dell’Aru, occuperanno una vasta area nella zona della stazione.

Anche l’aeroporto di Capodichino sarà coinvolto, visto che l’Aru chiederà di poter usare per gli atleti un terminal dedicato, anche per motivi di sicurezza. L’Agenzia per le Universiadi ha preso in considerazione anche i rischi connessi all’organizzazione tra cui, sottolineano, la possibilità che le navi per alloggiare gli atleti non arrivino in tempo, i molti cantieri aperti nella zona del porto di Napoli, ma tra i problemi è anche messa in preventivo una scarsa affluenza di pubblico agli eventi sportivi.