Quarantenesimo minuto: notizie su calcio e sport in genere. Mercoledì 1 Aprile

449
Quarantenesimo minuto: notizie su calcio e sport in genere

Notizie di sport e calcio in pillole. Sono ben 187 i milioni che le società di serie A hanno corrisposto ai procuratori nel 2019.

FIGC

Il Presidente della FIGC Gravina ha espresso alcuni concetti importanti intervenendo nella trasmissione radio Maracanà su Tmw. Ecco i principali concetti:

Nessuno oggi come oggi è in grado di fare previsioni finché l’emergenza sanitaria terrà sotto scacco la società. Superata questa però dovremo ripartire, tracciare un percorso di ripartenza e il calcio si sta interrogando sulle modalità di questa ripartenza, la priorità assoluta è la conclusione dei campionati. E’ una esigenza per definire gli organici ed evitare una estate piena di contenziosi legali, ciò non toglie che la federazione deve valutare anche altre ipotesi. L’ipotesi è partire dal 20 di maggio o in un’ultima analisi con i primi di giugno, potremo a luglio definire i nostri campionati.

Si parla addirittura di agosto e settembre, io ho precisato che mi dispiacerebbe correre il rischio di compromettere un’altra stagione per salvare questa. Annullare credo sia abbastanza complicato, con un campionato che ha visto la disputa di oltre due terzi del campionato. Ci sarebbe una grave ingiustizia che porterebbe ad una emergenza legale durante una emergenza epidemiologica”.

Sono state pubblicate le cifre delle commissioni che i club hanno corrisposto ai procuratori nel periodo dal 1 gennaio al 31 dicembre del 2019. In totale sono oltre 187 milioni per la Serie A. Tantissimi soldi. In cima a questa speciale classifica c’è la Juventus con un totale di 44,3 milioni di euro, a seguire l’Inter con 31,8 e la Roma con 23,8. Il Napoli, in questa speciale classifica, si trova a metà strada, con “appena” 5.201.372,04 milioni di euro di commissioni, pochi rispetto ai rivali, conferma della volontà di De Laurentiis di non cedere, spesso, a pretese ‘folli’ da parte dei procuratori sportivi.

UEFA

La Uefa ha deciso un allentamento del Fair play finanziario per la crisi legata al coronavirus. Il Comitato esecutivo “ha sospeso le norme sulle licenze relative alla preparazione e alla valutazione delle future dichiarazioni finanziarie dei club, esclusivamente per la partecipazione alle competizioni Uefa 2020/21”. Come chiariscono fonti Uefa, per la prossima stagione non sarà necessario presentare il bilancio, che però verrà calcolato per il break-even del triennio. E nell’esame della situazione finanziaria dei club verranno tenute in considerazione specifiche circostanze legate all’emergenza.

Calcio Napoli

Per Milik si muove anche il Siviglia: per i giornali spagnoli il Calcio Napoli vorrebbe sostituire il bomber polacco con Immobile. Per Koulibaly, invece, sembra concreto l’interesse del Manchester United: la notizia nel nostro approfondimento https://www.2anews.it/napoli-calcio-sport-news/calciomercato-napoli-il-manchester-united-mette-nel-mirino-koulibaly.html

L’ex dirigente dello staff medico degli azzurri, dott. De Nicola in una intervista ha dichiarato che, secondo il suo parere, il ritorno in campo procurerà ai calciatori molti infortuni di tipo muscolare: difficile che i giocatori rientrino subito in forma dopo un mese (o più) di inattività.

Secondo Repubblica il Calcio Napoli è tra le pochissime squadre che non soffrono di problemi finanziari:  c’è un tesoretto da 142 milioni accantonato negli esercizi precedenti, una fonte da cui eventualmente attingere. Anche sul mercato, rispetto ad altre società, il Napoli è in una posizione di forza, essendosi mosso in anticipo. In estate, ad esempio, arriveranno Rrhamani e Petagna che sono stati già acquistati a gennaio.