Pallanuoto. La Canottieri Under 17 è Campione d’Italia.

1127
Pallanuoto, la Canottieri Napoli presenta la squadra giallorossa

Pallanuoto. La Canottieri Napoli trionfa a Fiuggi nelle Finali Under 17 ed è Campione d’Italia. Roma Nuoto-CC Napoli 6-9

Dopo aver perso, con onore e non senza qualche recriminazione, la finale Under 20 con il Bogliasco in casa dei liguri, Enzo Massa (appena fresco di convocazione per le Universiadi di Taipei) non poteva fallire la seconda finale.

E così è stato. A Fiuggi la sua rivincita contro un avversario fortissimo e mai domo. pallanuoto canottieri napoliE’ finita sulle note di “O surdato innamurato“, cantata dai tantissimi napoletani presenti sulle tribune, la finale del campionato maschile under 17 A che ha visto trionfare la Canottieri Napoli per 9-6 sulla Roma Nuoto.

A Fiuggi le due squadre hanno dato spettacolo e gol .

Il 4-0 del primo parziale non ha tramortito i sogni dei romani, bravi a rientrare sul 4-6 di terzo tempo; poi la bella rete di Zizza (figlio d’arte, papà Paolo ex Settebello è tecnico federale della giovanile femminile e secondo di Conti nel Setterosa) e il rigore finale hanno chiuso i giochi per i giallorossi del Molosiglio.

Nella finale di consolazione la Florentia batte per 9 a 8 i campioni uscenti della Bogliasco Bene ed è terza. Settimo posto per il Posillipo.

Miglior giocatore del torneo è stato Andrea Tartaro del Circolo Canottieri Napoli e figlio di Gianpaolo Tartaro consigliere al nuoto e pallanuoto. Il premio come miglior marcatore e andato a Filippo Ferrero (15 gol) del Bogliasco Bene, miglior portiere Mirko Pinci della Roma Nuoto. “Oggi per me è una giornata straordinaria.

Prima la convocazione con la Nazionale che andrà alle Universiadi e poi il titolo di campione d’Italia. Una gioia immensa per un risultato che ritengo eccezionale –  ha dichiarato Enzo Massa – due finali nella stessa stagione con un primo e secondo posto sono per me motivo di grande soddisfazione.

Al di la del risultato, oggi si è affermato il mio modello di pallanuoto che è fondato sulla correttezza e sull’educuzione, uno stile Canottieri al quale mi sono ispirato vedendo Frtiz Dennerlein, Enzo D’Angelo, Paolo Trapanese e Paolo Zizza. A livello giovanile questi principi li ritengo fondamentali. Ringrazio il presidente Ventura per avermi dato l’opportunità di allenare questi giovani e per la convocazione in Nazionale il ct Pesci”.

Finale 1°/2° Roma Nuoto-CC Napoli 6-9

Roma Nuoto: Pinci, Lavini, De Santis, Faraglia 1 (rig.), Pistola, Lijoi 1, De Robertis 2, Cum, Serio, Giacomozzi 1, Taraddei 1, Bondi, Maiolatesi. All. Fabbri
Canottieri Napoli: Altomare, Zizza 1, Basile, Anello 3, Di Martire 1, Bellino, Giugliano, Lanfranco 2, Brancaccio, Barbato, Sibilio, Tartaro 2 (1 rig.), Fuorto. All. Massa.
Arbitri: Castagnola e D’Antoni
Note: parziali 0-4, 1-1, 1-1, 4-3. Ammonito Mssa (all. N). Uscito per limite di falli Pistoa (R) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Roma 0/5 + 1 rigore, Napoli 2/6 +2 rigori (1 fallito da Tartaro). Spettatori 500 circa.