La Canottieri spreca nel finale ed il derby finisce in parità

940
Pallanuoto: la Canottieri Napoli batte la Lazio per 14 a 9

La Canottieri Napoli spreca nel finale ed il primo derby con il Posillipo finisce in parità (6 a 6).

Davanti ad oltre mille spettatori finisce in parità 6 a 6 il primo derby della stagione fra Canottieri e Posillipo. Certamente non sarà ricordato come una delle stracittadine più spettacolare ed entusiasmante degli ultimi anni, ma le emozioni non sono mancate. Il pari alla fine ci sta tutto, ma quanto rammarico per la mancata vittoria della Canottieri che pure era partita “sparata”, Due a zero a suo favore il primo parziale grazie alle reti di Umberto Esposito e di Alessandro Velotto ed il possibile 3 a 0 mancato ad inizio della seconda frazione di gioco con il rigore di Alex Giorgetti parato da Tommaso Negri che con Gabriele Vassallo a difesa della porta della formazione di Paolo Zizza sono stati decisamente determinanti. Gasati dallo scampato pericolo, i posillipini agguantano il pareggio con le reti di Cuccovillo prima e di Mattiello allo scadere del tempo che si chiude sul 2 a 2. Terza frazione di gioco decisamente più combattuta che si apre con il sorpasso del Posillipo che si porta sul 4 a 2 con Saccoia e Briganti, accorcia per la Canottieri Mario Del Basso, ancora +2 per i rossoverdi grazie a Ramirez, ma è di Edoardo Campopiano il rigore che consente ai giallorossi di riportarsi sotto e chiudere il tempo sul 4 a 5. Molte energie fisiche e mentali impiegate e quindi squadre più stanche e meno lucide con errori, dall’una e dall’altra parte, sempre più frequenti. L’ultima frazione di gioco vede una Canottieri più speculare che sembra possa controllare la gara e puntare alla vittoria. Le due reti di Umberto Esposito e Biagio Borrelli che riportano avanti la formazione del Molosiglio a un minuto e mezzo dalla fine sembrano dare questa indicazione e invece, a quaranta secondi dalla fine, arriva il pari dei posillipini con Ramirez che sfrutta l’uomo in più e con un tiro a schizzo fissa il punteggio finale sul 6 a 6 con la soddisfazione dei due allenatori e del pubblico della Scandone che applaude convinto.