Koulibaly choc: «Penso che andrò via dal Napoli, altrove posso guadagnare di più»

629
NAPLES, ITALY - NOVEMBER 05: Kalidou Koulibaly of Napoli in action during the UEFA Europa League Group D match between SSC Napoli and FC Midtjylland at Stadio San Paolo on November 5, 2015 in Naples, Italy. (Photo by Getty Images/Getty Images)

I primi segnali li aveva lanciati a fine febbraio Bruno Satin, il suo procuratore: messaggi chiari sulla possibilità che Koulibaly, uno dei migliori azzurri, potesse lasciare il Napoli a fine campionato. Le voci sono state ufficializzate dallo stesso difensore, al termine delle partite giocate con il Senegal per le qualificazioni alla Coppa d’Africa 2017. Parole concesse al quotidiano francese l’Equipe, in edicola oggi, che fanno preoccupare il club e i tifosi azzurri.

Ha detto Koulibaly: «Ho ancora tre anni di contratto. Ho tante offerte sul tavolo e voglio fare la scelta giusta sul piano economico e anche sportivo. Tanti grandi club mi vogliono e non ho nessuna notizia del Napoli. La trattativa per il rinnovo è in stand by. Non hanno mai voluto discutere con noi, dunque… Se vado via ? Ho l’impressione che andrò via… A Napoli stanno in silenzio e ho altri club che mi vogliono. Se devo partire, partirò, anche se devo tanto a questo club e ai tifosi. Ho voglia di crescere ancora, magari andando all’estero. Questa stagione è stata quella della conferma. L’anno scorso, il club non sapeva se tenermi o no, poi l’allenatore mi ha dato fiducia».

Tra i club interessati a Koulibaly c’è anche il Chelsea: «Se ho parlato con Conte? No, no, ma può succedere. Se il Napoli non si fa vivo, comincerò a parlare con altri club. La Premier mi piace, il gioco può essere giusto per me, ma amo l’Italia. Aspetto un segnale del Napoli».

Una grana per il presidente De Laurentiis e per il direttore sportivo Giuntoli. Erano state finora respinte offerte per Koulibaly, che è stato acquistato dal Genk nel 2014 e guadagna poco meno di un milione di euro a stagione.