Formula 1, verso il GP del Giappone: Hamilton vicino al quinto titolo

424
Formula 1, verso il GP del Giappone: Hamilton vicino al quinto titolo

Lewis Hamilton: domenica ci sarà il Gran Premio di Suzuka, con l’asso inglese che potrebbe avvicinarsi al quinto titolo mondiale della carriera.

Lewis Hamilton si avvicina all’ennesimo titolo mondiale di Formula 1. Il 33enne pilota inglese, alla guida della fortissima Mercedes, è forte di un vantaggio considerevole sul ferrarista Sebastian Vettel (ben 50 punti a sole 5 corse dalla fine del campionato). E domenica a Suzuka (GP del Giappone) punterà a rafforzare il primato in classifica, utile a conquistare il quinto alloro iridato (dopo quelli del 2008, 2014, 2015 e 2017), che lo farà entrare nella leggenda di questo sport.Formula 1, verso il GP del Giappone: Hamilton vicino al quinto titolo Lo stesso Lewis (che ha vinto 8 Gran Premi sui 16 fin qui disputati) ha sensazioni molto positive: “Credo che il 2018 -ha dichiarato il pilota inglese- sia stato finora il mio anno migliore. La scorsa stagione ero contento di quello che facevo ma se andiamo ad analizzare ogni annata, nessuna è stata perfetta e ogni volta mi chiedo sempre come salire di livello. E credo che, pur non avendo iniziato in modo perfetto, questa sia stata finora una delle mie stagioni più complete, che sarà ancora più soddisfacente se tutto andrà secondo i miei piani”.Formula 1, verso il GP del Giappone: Hamilton vicino al quinto titolo L’annata può tutto sommato ritenersi positiva anche per la Ferrari, che, nettamente seconda nella classifica costruttori alle spalle della formidabile Mercedes, continua ad essere competitiva dopo le delusioni degli anni scorsi e certamente ritenterà l’anno prossimo l’assalto a un titolo mondiale che manca nella bacheca del cavallino rampante dal lontano 2007. Allora fu l’attuale compagno di squadra di Vettel, il finlandese Kimi Raikkonen, a riuscire in tale impresa.

Lo stesso Sebastian Vettel (5 gran premi vinti quest’anno) ci proverà comunque fino alla fine, ma la montagna da scalare per il pilota tedesco sembra davvero troppo alta visto il grande vantaggio accumulato dal suo diretto avversario.