Diego Armando Maradona: il Pibe de oro è stato dimesso dall’ospedale

461
Diego Armando Maradona: il Pibe de oro è stato dimesso dall’ospedale

Diego Armando Maradona: sospiro di sollievo per l’ex capitano del Calcio Napoli (che era stato ricoverato in una clinica di Olivos per un principio di emorragia gastrica).

Spavento per i fan di Diego Armando Maradona, visto che nella giornata di ieri il campione è stato improvvisamente ricoverato in una clinica di Olivos (a nord di Buenos Aires, dove si era recato per una serie di controlli di routine) per un principio di emorragia gastrica.

Il Pibe de oro (attuale allenatore della squadra messicana dei Dorados) è rimasto solo poche ore in osservazione nel centro clinico, che ha potuto lasciare già in serata. È stata la figlia Dalma a confermare via Twitter la notizia della fine dell’emergenza, ringraziando quanti si erano preoccupati per la salute del papà.

Non si sa per il momento se Diego potrà imbarcarsi per il Messico, come voleva fare domenica, o se dovrà osservare alcuni giorni di riposo in Argentina.

Lo stesso Diez ha poi voluto tranquillizzare i suoi fans tramite Instagram: “Voglio ringraziarvi per i messaggi di incoraggiamento. Mi dispiace avervi fatto preoccupare senza motivo. Voglio dirvi che non è successo nulla, sto bene. E oggi mi prendo cura dei miei nipotini Benja, Dieguito Matias e di mio figlio Diego Fernando. Mando un bacio a tutti“.

Il 4 gennaio 2019 è stato decisamente migliore per il più grande calciatore di tutti i tempi rispetto alla stessa data del 2000. Allora, il campione argentino fu vittima di un’overdose di cocaina e venne ricoverato in coma nella clinica Cantegril di Punta del Este, in Uruguay, dove si trovava per trascorrere le festività di fine anno.

Quei tempi sono per fortuna lontanissimi, con Diego che in questi anni si è liberato dal demone della coca, ha ricucito il rapporto col figlio Diego Armando Junior (che lo ha recentemente reso nonno), è diventato padre del piccolo Diego Fernando, ha ricevuto la cittadinanza onoraria dal Comune di Napoli ed è tornato in panchina con la nazionale argentina, in Qatar e ora ai messicani dei Dorados. Con il suo Napoli sempre nel cuore.