Champions League, Calcio Napoli: ecco cosa serve per gli ottavi

421
Buon compleanno Carlo Ancelotti, il

Calcio Napoli: la qualificazione agli ottavi di Champions League passa da Liverpool (dove si potrebbe anche perdere con una rete di scarto segnando un gol).

Il giorno dopo la convincente vittoria sulla Stella Rossa, i tifosi del Calcio Napoli credono ancora nella qualificazione agli ottavi di finale di Champions League, anche se ora c’è lo scoglio Anfield Road.

In molti avevano sperato che i “reds” facessero risultato a Parigi, qualificando in tal modo gli azzurri al prossimo turno. Così non è stato visto il 2-1 per i francesi, e ora alla squadra di Carlo Ancelotti toccherà un’altra impresa. Primi a 9 punti nel girone H, gli uomini di Re Carlo hanno un punto di vantaggio sul PSG e tre sul Liverpool. La squadra partenopea firmerà la qualificazione con tre possibili combinazioni.

Innanzitutto, vittoria o pareggio in Inghilterra, impresa che per quanto visto sul terreno di gioco nella sfida di andata non è affatto impossibile (con lo stesso Ancelotti che nell’immediato dopo partita di ieri ha caricato i suoi per “giocare bene e vincere”). Tutto questo ammesso che il Psg riesca ad ottenere i tre punti contro la Stella Rossa (che a Belgrado ha già steso con merito proprio i reds di Jurgen Klopp e bloccato con un po’ di fortuna gli stessi azzurri sullo 0-0).Champions League, Calcio Napoli: ecco cosa serve per gli ottavi In caso di vittoria del Liverpool, gli inglesi raggiungerebbero il Calcio Napoli a 9 punti. Questi i criteri in caso di arrivo a pari punti nella fase a gironi: 1: Maggior numero di punti negli scontri diretti (classifica avulsa), 2: Miglior differenza reti negli scontri diretti, 3: Maggior numero di goal segnati negli scontri diretti, 4: Maggior numero di goal segnati fuori casa negli scontri diretti. 6: miglior differenza reti generale del girone. 7: maggior numero di gol segnati nel girone.

Di conseguenza, vista la vittoria per 1-0 all’andata, i partenopei passano se pareggiano o vincono. E allo stesso tempo si qualificano se perdono con un gol di scarto segnando almeno un gol e contemporaneamente il Paris Saint Germain vince o perde.

In caso di pareggio del PSG e sconfitta del Napoli, a quel punto conterebbero gli scontri diretti e la differenza reti negli scontri diretti tra le tre squadre a pari punti. Ipotesi lontana, ma che il pubblico partenopeo non vuole prendere in considerazione: sarebbe un peccato retrocedere in Europa League dopo prestazioni così belle.