Calciomercato Napoli: Ancelotti blinda Koulibaly, ma c’è la grana Insigne

218
Calcio Napoli, affaticamento muscolare per Insigne

Calciomercato Napoli: il difensore senegalese resterà in azzurro, mentre qualche dubbio in più resta sulla permanenza del capitano dopo le polemiche di questo finale di stagione.

Calciomercato Napoli | A poco piu’ di due mesi dal via, il calciomercato in realta’ e’ gia’ decollato, fra voci e promesse. E’ sicuro che la Juve avra’ un ruolo di primo piano nelle contrattazioni, perche’ deve svecchiare la difesa e dare un senso alle proprie ambizioni, dopo l’addio annunciato di Andrea Barzagli. Paratici ha gia’ preso a centrocampo il gallese Aron Ramsey dell’Arsenal, a parametro zero, ma dovra’ fare di piu’, anche in relazione alle possibili entrate derivanti dall’eventuale cessione di Paulo Dybala, per il quale tuttavia non ci saranno aste. La posizione, almeno in teoria, e’ stabile, ma non sono esclusi colpi di scena. Confermato per la prossima stagione, l’allenatore livornese Massimiliano Allegri inseguira’ nuovamente il sogno Champions con l’ombra di Conte addosso. Il Napoli vuole ripartire da Kalidou Koulibaly, il cui contratto scadra’ nel 2023: fra due anni, nel 2021, prevedera’ una clausola di 150 milioni. Chi e’ disposto a spenderli per un difensore? Lorenzo Insigne resta un rebus, ma non sono escluse sorprese.

I movimenti delle altre

Come nella Roma a proposito del futuro di Under, dal momento che la trattativa per il rinnovo del turco e’ in stand-by. Il giocatore piace alle londinesi Arsenal e Tottenham, ma anche alle francesi Lione e Marsiglia, quest’ultima squadra allenata dall’ex giallorosso Garcia. Secondo Telefoot, non ci sarebbe solo il Milan su Thauvin, esterno d’attacco del Marsiglia, ma anche Roma e Inter, con i nerazzurri che punta pure su Pepe’ del Lilla. Biraghi della Fiorentina e’ nel mirino del PSG, neocampione di Francia: su di lui anche la Roma, che pensa a un sostituto per Kolarov. Per Federico Chiesa si potrebbe aprire un’asta fra la Juve e il Bayern Monaco: i bianconeri sono pronti a mettere sul piatto della bilancia una cifra complessiva di 70 milioni, compresi un paio di giocatori; il club tedesco, invece, si dice disposto a versare soldi liquidi nelle casse viola.