Calciomercato Napoli: Allan-Psg la trattativa si complica

342
Calciomercato Napoli, il Psg ha già l'accordo con Allan

Calciomercato Napoli: la trattativa tra il Paris Saint-Germain e gli azzurri per il passaggio di Allan è concreta, ma, nonostante le voci impazzite delle ultime ore, è anche più complicata di quanto sembri.

Calciomercato Napoli | Questa mattina le notizie avevano preoccupato e non poco i tifosi del Napoli. C’era chi aveva persino rilanciato come Allan fosse pronto a svuotare l’armadietto e a salutare i compagni a Castelvolturno. Una camera già pronta per lui in un hotel di Parigi, dove sarebbe volato per firmare il nuovo contratto. Ma col passare delle ore, questa fibrillazione ha cominciato a scemare, così come l’apprensione dei sostenitori partenopei di fronte alla possibilità di veder partire uno dei giocatori più importanti dello scacchiere di Carlo Ancelotti. Il tutto, nonostante dalla Francia, il quotidiano transalpino Le10Sport abbia persino annunciato il sostituto scelto proprio dal tecnico di Reggiolo: Thiago Mendes del LOSC Lille.

Offerta e richiesta restano distanti

Ma dall’Italia le notizie sono diverse e parlano di un affare tutt’altro che in dirittura d’arrivo. A lanciare la prima pietra nello stagno è la redazione di Sportmediaset, che, attraverso il suo sito internet ufficiale, ha riferito come l’arrivo di Paredes alla corte di Tuchel renda più difficile il doppio acquisto così dispendioso a centrocampo. Anche perché il presidente De Laurentiis non si smuoverà per meno di 100 milioni di euro, avendo rifiutato già una offerta di 80 milioni più bonus. Cifre che avrebbero fatto raffreddare l’interesse dei transaplini.

Rilancia Sky, che, prima attraverso le parole del giornalista Luca Marchetti, ha addirittura alzato la posta a 120 milioni di euro, secondo le richieste azzurre. E in merito all’inserimento di sponsor ha sottolineato come la regolamentazione non preveda, anzi, potrebbe mettere in moto una inchiesta da parte dell’UEFA. Francesco Modugno ha, infine, riferito, che “in questo momento è più vicino a una permanenza che a un addio”.