Calcio Napoli, la testa al Brescia per non pensare al Barcellona (e alla grana Allan)

159
Calcio Napoli, la testa al Brescia per non pensare al Barcellona

Il centrocampista brasiliano è l’unica faccia triste nello spogliatoio del Calcio Napoli: a Gattuso il compito di recuperarlo dopo l’esclusione di Cagliari.

Una boccata d’aria pura, una vittoria scaccia pensieri, quello che ci voleva per il Calcio Napoli e per Rino Gattuso per allontanare i fantasmi che la sconfitta interna con il Lecce avevano fatto riapparire. A Cagliari la squadra ha mostrato compattezza e lucidità, riuscendo a spuntarla sui rossoblù di Maran nonostante le assenze importanti, provocate da acciacchi e infortuni che ancora una volta ne avevano diminuito le potenzialità.

Un successo che allontana anche i cattivi pensieri. Nel Napoli non mancano mai i problemi e l’ambiente continua a essere frizzante. La questione Allan, che Gattuso non ha convocato per scarso impegno in allenamento, resta ancora aperta anche se è probabile che in queste ore l’allenatore stia tentando il recupero del centrocampista, ritenuto elemento fondamentale nonostante la maggiore coperture che a centrocampo danno le presenze di Demme e di Lobotka.

Le assenze per infortunio sembravano essere un capitolo chiuso e invece ecco ricomparire nuovamente il problema Koulibaly. Il franco-senegalese anche oggi non si è allenato per il riacutizzarsi del problema muscolare la cui origine risale ormai a un paio di mesi fa. Come se non bastasse, ieri a Cagliari si è infortunato anche Hysaj e gli esami strumentali fatti oggi hanno evidenziato una distrazione di grado lieve del legamento collaterale mediale del ginocchio destro.

Il calciatore dovrà essere assente una decina di giorni anche se il suo agente Mario Giuffredi, getta acqua sul fuoco e si dice ottimista per un recupero lampo: “Il ragazzo – spiega il procuratore – sarà in campo tra massimo 7 giorni e non si esclude che possa essere disponibile già col Brescia. I napoletani penso debbano riconoscere la serietà, la bontà, la professionalità e la capacità del ragazzo e del calciatore”. Poi Giuffredi riserva una bacchettata al precedente allenatore. “Ancelotti – dice – aveva distrutto il ragazzo del punto di vista dell’autostima, gli aveva tolto certezze”.

Ieri Gattuso ha voluto che la squadra si ritrovasse a Castel Volturno per una seduta, sia pur blanda, di allenamento. Niente riposo, anche perchè il Napoli dovrà anticipare a venerdì sera il prossimo turno di campionato. Gli azzurri saranno impegnati a Brescia e avranno poi modo di preparare la sfida del martedì successivo al San Paolo con il Barcellona, andata degli ottavi di Champions. Koulibaly ha svolto lavoro personalizzato in palestra. Milik ha svolto parte dell’allenamento in gruppo e parte personalizzato. Lavoro personalizzato in campo per Lozano, mentre Llorente non si è allenato per sintomi influenzali.