Calcio Napoli, Callejon: “Rispetto per il City ma non lo temiamo”

951

Josè Callejon, al fianco di Maurizio Sarri, inquadra la sfida di domani. “Abbiamo un grandissimo rispetto per il Manchester City, ma non abbiamo timore di nessuno. Dobbiamo esprimere il nostro calcio”. 

josè callejondi Gianmarco Giugliano – “Conosciamo la forza del City, ritengo sia una squadra tra le migliori d’Europa e lo abbiamo visto all’andata. Da quella partita però ne siamo usciti con maggiore fiducia e consapevolezza perchè, nonostante la sconfitta, li abbiamo messi in difficoltà e potevamo anche pareggiare”. – continua Callejon – “Ci teniamo tantissimo alla Champions, è la manifestazione più importante anche per noi calciatori, possiamo fare una grande partita e dare il massimo per cercare un risultato positivo”. “Il Manchester ha una filosofia di gioco bellissima, ma anche noi con mister Sarri abbiamo acquisito una mentalità vincente. Domani giocheremo come se fosse una finale perchè i 3 punti potrebbero essere determinanti per la qualificazione”. – conclude Josè Callejon – “Possiamo competere con tutti se ci esprimiamo alla nostra maniera. Vogliamo fare una grande prestazione davanti ai nostri tifosi con la consapevolezza di poter ottenere un risultato positivo”.

..Il Manchester City è la squadra più forte d’Europa in questo momento, per fare risultato dovremo giocare una gara straordinaria“. Maurizio Sarri, alla vigilia del match di Champions, presenta così in conferenza stampa la sfida del San Paolo. “Affrontiamo un avversario che a tratti sa essere mostruoso e che quest’anno ha chiuso le partite, spesso, dopo appena mezzora. Quindi se vogliamo giocarcela dovremo avere un impatto diverso da quello dell’andata, anche se devo dire che in quell’inizio partita sono stati più i meriti del City che demeriti nostri”. “Il Manchester è una squadra tatticamente e tecnicamente eccezionale, a questo aggiungiamo le individualità e la condizione fisica che in questo momento è altissima. Nel calcio, per fortuna, non esistono squadre imbattibili, però ritengo che loro siano la squadra più forte d’Europa con il miglior allenatore d’Europa”

Pensa che il City avrà un atteggiamento diverso da quello del match di andata? 

“No, domani si affrontano due avversarie che hanno un gioco ben definito. Nè il Manchester, nè il Napoli cambieranno atteggiamento perchè hanno una filosofia di gioco netta e delineata. Certamente la differenza non la farà l’atteggiamento tattico, ma potrà farla l’andamento della gara e ovviamente le giocate singole”.

E’ una partita decisiva per la qualificazione del Napoli?

“In teoria non è decisiva perchè il Manchester dovrebbe vincerle tutte sulla carta. Per noi decisiva potrebbe essere quella contro lo Shakhtar, ma è chiaro che chi dovesse riuscire a far punti con il City potrebbe avere un vantaggio per riuscire a pssare il turno”.

La differenza può farla anche il San Paolo?

“I nostri tifosi rappresentano sempre una spinta in più ed un fattore al quale possiamo attingere energia. Sicuramente però per riuscire a giocarcela alla pari con il Manchester dovremo disputare una partita vicina alla perfezione e soprattutto essere bravissimi nella fase difensiva perchè loro sono abituati ad aggredire con 6-7 uomini anche su una palla persa”.

Se potesse decidere “l’uomo del match” per il Napoli, chi sceglierebbe.

“Sceglierei uno dei miei uomini che non hanno ancora segnato sinora…”