Calcio Napoli, Ancelotti: “Troppe chiacchiere in una stagione positiva”

199
Calcio Napoli, Ancelotti:

Il tecnico del Calcio Napoli rispedisce al mittente le critiche ricevute: “Andiamo avanti con fiducia. Mercato? Nella mia carriera non ho mai trattenuto con la forza giocatori che volevano andare via”.

Calcio Napoli | “La mia analisi della stagione è positiva. Questa squadra ha fatto vedere tante cose buone, soprattutto nella prima parte della stagione, e un po’ di limiti nella seconda parte. Ma ho conosciuto l’ambiente, i giocatori, la società e si va avanti con ancora più fiducia”. Così Carlo Ancelotti, allenatore del Calcio Napoli, tracciando un bilancio del primo anno sulla panchina dei partenopei. “Vedo la squadra forte, qualche limite può essere limato con il lavoro. Ma ribadisco che sono felice di essere qui, ho trovato la società giusta per le mie idee calcistiche e ho grande supporto”, ha spiegato il tecnico in conferenza stampa alla vigilia del match con il Frosinone. “Tutto il resto sono chiacchiere, ora salta fuori un po’ di tutto. Vedo un ambiente negativo, si parla di fallimento ma nessuno ad inizio stagione diceva che avremmo vinto lo scudetto o la Champions. Il mio unico rammarico è la Coppa Italia, ma in campionato – ha sottolineato – siamo stati e siamo competitivi, arrivare al secondo posto e partecipare alla Champions è già un ottimo risultato”. Sul futuro, Ancelotti ha chiarito: “Nessuna discussione, al Napoli sto benissimo. Ho ancora più voglia di continuare qui e di proseguire il lavoro che è stato iniziato. Ci sono tutte le condizioni per essere motivato, tutto il resto sono chiacchiere”.

“Ci pesa il fatto di essere usciti dall’Europa League e questo condiziona anche le prestazioni”. Secondo il tecnico azzurro e’ questo uno dei motivi per cui il suo Napoli nelle ultime settimane non sia piu’ stato all’altezza dei mesi precedenti. Il ritardo nei confronti della Juve gia’ campione d’Italia e’ enorme, ma per Ancelotti si puo’ lavorare per ridurre il gap. “Lo si puo’ fare con l’arrivo di nuovi giocatori, ma ora nella squadra c’e’ anche una conoscenza migliore di cio’ che vogliamo fare in campo, c’e’ un’attitudine positiva da parte tutti, ci sono cose che richiedono tempo, ma che si possono fare – spiega Ancelotti -. Sempre pronto a incatenarmi in caso di cessioni eccellenti? Non e’ cambiato niente rispetto a prima, non c’e’ la volonta’ ne’ l’esigenza di vendere per fare un buon mercato dove agiremo secondo le nostre idee. Io, pero’, non ho mai tenuto forzatamente giocatori che non vogliono restare”.

Insigne e Allan out contro il Frosinone

Ancelotti ha anche annunciato il forfait di due calciatori in vista del match di Frosinone. Il primo è Insigne. “Lorenzo ha ancora un fastidio all’adduttore e non verra’ a Frosinone. Si e’ allenato in maniera alternata in questa settimana, non puo’ allenarsi al 100% e fare tutte le cose che e’ abituato a fare, ci vuole pazienza con questo tendine, ma non e’ niente di grave. Anche Allan, che ha un fastidio all’adduttore per un sovraccarico muscolare e non ci sara’. Recupera Albiol e questa e’ una buona notizia, si e’ allenato tutta la settimana, ma non credo che partira’ dall’inizio”. L’allenatore azzurro si sofferma su Insigne che, al di la’ del problema muscolare, non sta attraversando un buon momento. “Sa che c’e’ una sola strada per uscirne, allenarsi bene, concentrarsi sul lavoro, lo ha fatto, purtroppo questo fastidio non gli permette di essere al top, ma non c’e’ nessun caso, nessun problema, e’ dispiaciuto per i fischi ma vuole guardare avanti”, ha sottolineato Ancelotti.