Calcio Napoli: al Milan basta Piatek. Azzurri fuori dalla Coppa Italia

361
Calcio Napoli: al Milan basta Piatek. Azzurri fuori dalla Coppa Italia

Napoli deludente a San Siro nei quarti di finale di Coppa Italia. 2-0 per i rossoneri. Azzurri svogliati, distratti e senza idee

Il Calcio Napoli è fuori dalla Coppa Italia: il Milan di Gattuso imbriglia per la seconda volta in tre giorni gli uomini di Ancelotti e con due giocate di Piatek risolve la gara.

Era fondamentale qualificarsi: con un campionato ormai finito, fuori dalla Champions ed ora fuori dalla Coppa Italia. Stagione che si fa difficile e che lascia all’Europa League l’unica possibilità di sognare.

Ancelotti schiera: Meret in porta; Maksimovic e Koulibaly centrali con Malcuit e Ghoulam sulle fasce. A centrocampo Diawara e Allan centrali con Fabian Ruiz e Zielinsky sulle fasce. Milik e Insigne in attacco.

Manca ancora Hamsik ed Allan è una specie di fantasma in campo.

Al Milan basta meno di mezz’ora per chiudere la partita.

Al 10′ doppio errore di Maksimovic che lascia Piatek lanciarsi verso la porta e soprattutto distratto nella linea difensiva: i compagni erano almeno un metro e mezzo più in alto. Piatek ringrazia e fulmina l’incolpevole Meret.

Al 27′ Piatek, decentrato, punta la porta e, lasciando Koulibaly colpevolmente fermo, colpisce sul palo più lontano. Bellissimo gol ma la difesa del Calcio Napoli è in ferie.

A centrocampo Allan è il fantasma del giocatore che si conosce: alla fine del primo tempo Ancelotti addirittura lo sostituisce. Diawara non da geometrie e rapidità al centrocampo; possesso palla lento ed inutile. Gli azzurri arrivano facilmente alla trequarti ma non trovano soluzioni offensive. I cross di Malcuit e Ghoulam sono inutili: Milik non ne prende una, Insigne si da da fare ma i suoi tiri sono passaggi a Donnarumma. Sulle fasce Fabian Ruiz e Zielinsky perdono le loro doti migliori e contribuiscono a compattare le linee difensive rossonere che hanno in Bakayoko e Romagnoli due baluardi inespugnabili.

Si aspetta la reazione del Calcio Napoli ma non c’è rapidità nè idee: il milan ha gioco facile.

Molti si chiedono dove sia finita la squadra piena di idee vista negli ultimi anni.

nella ripresa Ancelotti inserisce Ounas e Mertens ma se l’algerino tenta con la sua velocità qualche incursione, Mertens, del giocatore che ha incantato per due anni, ha solo il cognome.

Fabian Ruiz è l’unico che si danna l’anima: corre, contrasta e cerca di dare geometrie.

Il povero Meret è spettatore non pagante: prende solo i due palloni in fondo alla rete.

Difficile commentare questo Napoli, davvero difficile.

Ed un altro obiettivo svanisce e svanisce male, senza idee e voglia di combattere.

Tutto quello che non avremmo mai voluto vedere nel Napoli, l’abbiamo visto stasera.

Ancelotti ora dovrà lavorare tantissimo per dare motivazioni ad una squadra che sembra sfiduciata e sembra aver perso le sue certezze. Credo sia obbligatorio ripartire da Hamsik e recuperare un Allan che per quanto distratto dalle voci di mercato non può presentarsi così svagato in campo.

Quante le colpe di Ancelotti? E’ stata una buona scelta mettere in campo questa squadra? centrocampo senza fantasia, Fabian e Zielinsky dirottati su zone non di loro competenza; Ghoulam in campo dal primo minuto, Milik che sbatte contro il muro dei centrali rossoneri (cosa già vista tre giorni prima). Il tanto osannato turn over , stasera, ha mostrato tutti i suoi limiti ed ha snaturato un gioco che era considerato il più bello d’Europa.

Ora non resta che l’Europa League ma che figuraccia stasera…