Basket: la Saces Mapei Sorbino a Ragusa, scontro tra big

326
Basket: la Saces Mapei Sorbino a Ragusa, scontro tra big

La Saces Mapei Sorbino in trasferta a Ragusa. Molino: “Alla Dike servirà una partita senza pause, una partita intensa per 40 minuti e sono sicuro che siamo in grado di poterla disputare”.

Due sconfitte consecutive maturate negli ultimi minuti di gioco, hanno un po’ demoralizzato l’ambiente in casa Saces Mapei Sorbino. Il campionato è ancora lunghissimo però, e la classifica particolarmente corta quest’anno: grande concentrazione quindi in vista delle prossime due gare (trasferta a Ragusa, e sfida a Broni in casa alla vigilia della pausa natalizia), che mettono in palio punti pesanti contro avversarie di alta classifica.

Per Nino Molino la trasferta siciliana rappresenta sempre un ritorno a casa:”Si, l’avversario della prossima gara è la Passalacqua Ragusa: una città ed un club che non possono lasciarmi insensibile, per un recente passato lungo quattro stagioni con una scalata dall’A2 ai vertici dell’A1 che ha coinvolto e stupito un’intera città.

Gli strascichi della gara persa in casa contro Lucca hanno lasciato qualche segno: “La partita di domenica scorsa, oltre a confermare che c’è ancora tanto da lavorare, ci ha consegnato in eredità tanti acciacchi fisici a più atlete che speriamo almeno in parte di poter recuperare”. 

E sarebbe importante viaggiare al completo in una trasferta così difficile…:‘A Ragusa si affronteranno due squadre che hanno caratteristiche diverse: la Passalacqua con la sua la continuità di lavoro avendo confermato lo zoccolo duro della scorsa stagione, un bravo coach come Gianni Recupido, e l’innesto di due giocatrici di sistema come Harmon e Cinili.

Noi una squadra rivoluzionata, la quale manca ancora della giusta fluidità ma che ha nel roster giocatrici talentuose capaci di non essere prevedibili. Il loro organico è formato da Soli e Gianolla playmaker con ottima visione di gioco; da Consolini arma tattica che sa costruirsi un tiro fuori ritmo, dalla atleticità e dalla tecnica nel ruolo di ala piccola di Cinili e di Kuster, ed un reparto lunghe composto da Hamby che sta dimostrando anche in questa stagione di essere un centro devastante nel pitturato. Da Harmon una giocatrice a cui bastano le statistiche e i premi di MVP delle ultime stagioni per presentarsi, e dalla panchina Formica che in questo campionato sta incidendo di più avendo migliorato anche il suo tiro da fuori.

Un ottimo organico, con in più il pubblico più caloroso di tutta la serie A1. Alla Dike servirà una partita senza pause; una partita intensa per 40 minuti e sono sicuro che siamo in grado di poterla disputare.’