Napoli, 17enne morto ai Quartieri Spagnoli: sequestrata ambulanza per soccorsi

588
Napoli, Fuorigrotta: Donna si suicida lanciandosi nel vuoto

Quartieri Spagnoli: gli amici di un 17enne (poi deceduto) hanno “sequestrato” una ambulanza del 118 per ottenere un intervento a seguito di un incidente.

Una ambulanza del 118 è stata sequestrata dal parcheggio dell’ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli e costretta a un intervento per un incidente mortale nei Quartieri Spagnoli. Come riporta Il Mattino, uno scontro tra scooter è avvenuto poco dopo le 23 in vico Porta Piccola a Montecalvario e ha coinvolto più persone, tra cui un giovane di 17 anni che ha riportato gravissimi traumi ed è poi deceduto all’ospedale Vecchio Pellegrini (oltre a un altro ragazzo ricoverato al Cto per una frattura al femore).

Sulla dinamica dell’incidente e su quante persone e veicoli siano stati coinvolti sono in corso le indagini delle forze dell’ordine, intervenute sul posto anche per la presenza di centinaia di persone che hanno circondato il nosocomio.Salerno, drammatico incidente: due morti e otto feriti gravissimi Infatti, un gruppo di persone, arrivate in scooter all’ospedale, ha bloccato un’ambulanza, appena rientrata da un altro soccorso, e l’ha costretta a recarsi nei Quartieri Spagnoli. Così alcuni uomini hanno costretto l’autista del 118 a entrare nel mezzo mentre altri ancora, notando che non vi fosse la barella (utilizzata per il precedente intervento), ne hanno sottratta una all’ospedale incastrandola nel vano sanitario e provocando danni all’interno del veicolo. Inoltre, in soccorso dei centauri sono giunte altre due ambulanze, dalla postazione Ascalesi e quella della postazione del San Gennaro, entrambe assaltate dalle persone inferocite e scortate da numerosi scooter.

Ambulanza sequestrata: la denuncia di Nessuno tocchi Ippocrate

Il fatto (segnalato alle forze dell’ordine e che purtroppo non rappresenta una novità) è stato denunciato dall’associazione Nessuno tocchi Ippocrate: “Consideriamo quest’aggressione la più grave e violenta registrata nel 118. In questo caso c’è stata l’aggressione ma anche il sequestro di persona, l’interruzione di pubblico servizio e il danneggiamento di un mezzo di soccorso”.