Modello 730: novità, scadenze e istruzioni precompilato 2018

1438
730 precompilato: date e novità per la dichiarazione dei redditi del 2017

La principale novità del modello 730 riguarda il suo termine di presentazione, che è stato unificata per tutti i contribuenti.

Dal prossimo 16 aprile l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei contribuenti il 730 precompilato 2018, nel frattempo il Fisco ha messo a punto i modelli, con tutte le novità previste  della normativa, la più importante delle quali è il nuovo calendario delle scadenze fiscali, con la data ultima di presentazione della dichiarazione dei redditi che slitta al 23 luglio per tutti i contribuenti, sia coloro che la presentano autonomamente  sia quelli che si rivolgono a un intermediario.

La principale novità del modello 730 riguarda il suo termine di presentazione, che è stato unificata per tutti i contribuenti. Per quanto riguarda il modello Iva le novità riguardano lo split payment e l’Iva di gruppo. L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul sito i nuovi modelli 2018 della dichiarazione 730, certificazione unica, Iva, 770, Iva 74-bis e CUPE, con le relative istruzioni.

Tra i vari aggiornamenti del nuovo modello rientrano anche le percentuali di detrazione più ampie per le spese sostenute per gli interventi antisismici effettuati su parti comuni di edifici condominiali e per gli interventi che comportano una riduzione della classe di rischio sismico e per alcune spese per interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali. Sul fronte delle detrazioni d’imposta arriva il nuovo limite per le spese d’istruzione per la frequenza delle scuole che passa da 564 a 717 euro.

Modello 730/2018: welfare e affitti brevi – Entra nel 730/2018 anche la nuova disciplina fiscale per i contratti di locazione di immobili ad uso abitativo, situati in Italia, la cui durata non supera i 30 giorni e stipulati da persone fisiche al di fuori dell’esercizio di attività d’impresa.

Il nuovo termine per l’invio del modello 730/2018 è ora fissato per il 23 luglio e riguarda sia coloro che si avvalgono dell’assistenza fiscale attraverso professionisti abilitati o CAF, sia per chi invia autonomamente la dichiarazione attraverso il modello precompilato. In questo caso, il reddito derivante da queste locazioni costituisce reddito fondiario per il proprietario dell’immobile (o per il titolare di altro diritto reale) e va indicato nel quadro B.

Spese sanitarie: possono usufruire della detrazione coloro che sostengono le spese per l’acquisto di alimenti speciali a fini medici (ad esclusione di quelli per i lattanti) per gli anni 2017 e 2018.

Il 3 aprile 2018 invece è il termine ultimo entro cui il sostituto d’imposta deve consegnare la Certificazione Unica al lavoratore, relativamente ai redditi percepiti nel 2017.

Modello 730/2018 precompilato istruzioni

La precompilata viene in genere messa online sull’apposita piattaforma dell’Agenzia delle Entrate il 15 aprile, che però quest’anno cade di domenica quindi scatta lo slittamento al primo giorno utile successivo, ovvero il 16 aprile. L’accesso avviene come di consueto tramite Fisconline oppure con le credenziali di SPID, NoiPA e INPS.

Il Modello 730 precompilato contiene una lunga serie di dati già inseriti dal Fisco: redditi che risultano dalla certificazione unica, dati inseriti nella dichiarazione dei redditi dell’anno precedente, contributi previdenziali, spese sanitarie e veterinarie, premi assicurativi, interessi sui mutui, spese detrazioni edilizie ed energetiche, spese universitarie, dati sugli immobili.

Opposizione

Il contribuente può chiedere al Fisco, su specifica richiesta, di non inserire nella nel Modello 730/2018 precompilato alcuni informazioni, anche solo parzialmente: i dati sanitari – con richiesta fino il 31 gennaio compilando l’apposito modello o nel mese di febbraio attraverso il sistema Sistema Tessera Sanitaria (tramite autenticazione) – e le spese o rimborsi universitari  (con richiesta entro il 28 febbraio tramite apposito modello. I contribuenti che si avvalgono del datore di lavoro come sostituto d’imposta devono invece comunicargli i dati del coniuge o dei familiari  a carico.

Compilazione Modello 730/2018

Fino al 2 maggio sarà possibile la semplice consultazione, mentre successivamente si potrà procedere alle operazioni di modifica e invio. Come detto, la scadenza ultima per la consegna quest’anno è il 23 luglio.

Le Novità

Le principali novità fiscali inserite nel  modello 730/2018: potenziamento delle detrazioni per gli interventi antisismici sulle parti comuni degli edifici condominiali; alzato a 717 euro il limite per alcune spese di istruzione (infanzia, scuole primarie e secondarie di secondo grado); cedolare secca per gli affitti brevi e ritenuta alla fonte del 21% nel caso di intermediazione anche attraverso portali online (dal primo giugno 2017); alzato a 3mila euro il tetto per la tassazione agevolata sul premio di risultato, che sale a 4mila euro se l’impresa coinvolge pariteticamente i lavoratori nella gestione aziendale.