giovedì, Maggio 23, 2024

Milleproroghe, ok del Senato ma sarà convertito in legge dopo l’estate

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormone
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Decreto Milleproroghe: anche i vaccini tra i punti fondamentali (con polemiche del Pd, contrario allo slittamento delle sanzioni per chi non rispetta l’obbligo).

Il Senato ha dato il via libera al decreto Milleproroghe. L’Aula lo ha approvato con 148 sì, 110 no e 3 astenuti. Il provvedimento passa ora alla Camera, ma la seconda lettura è prevista a settembre, quando ci sarà la ripresa dei lavori parlamentari dopo la pausa estiva. Tanti i temi al centro del provvedimento, con in testa quello riguardante i vaccini, che sono stati oggetto di discussione negli ultimi tempi, anche da parte di esponenti di spicco del governo “gialloverde”. A tal proposito, si sono registrate polemiche da parte dei senatori del Partito Democratico, che si sono mostrati contrari all’emendamento che fa slittare le sanzioni per chi non rispetta l’obbligo vaccinale nei nidi e nelle scuole materne.Milleproroghe, ok del Senato ma sarà convertito in legge dopo l’estate La conversione del decreto in legge avverrà, come detto, dopo la pausa estiva, nella giornata di martedì 11 settembre, ovvero quando l’anno scolastico sarà già partito in molte parti d’Italia. In attesa che il Milleproroghe venga convertito definitivamente, le famiglie a inizio anno scolastico dovranno dunque ancora presentare l’autocertificazione al posto del certificato vaccinale dell’Asl (secondo la modifica alla legge Lorenzin introdotta dalla circolare Grillo-Bussetti). Molti presidi già denunciano il caos normativo, chiedendo un incontro urgente alla ministra della Salute, Giulia Grillo.

Milleproroghe, nel provvedimento anche Bonus cultura e Universiadi

Oltre ai vaccini, il Milleproroghe contiene altri temi d’attualità. Per quanto riguarda il Bonus cultura, esso resterà valido per i 18enni per tutto il 2018. Sul fronte Universiadi a Napoli, è stato di fatto ufficializzato ciò che già era noto da qualche giorno: lo spostamento di un mese del termine per la consegna delle infrastrutture. La scadenza, che prima era indicata al 30 aprile 2019, viene ora fissata al 31 maggio.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie