24-10-20 | 13:23

Marano, Carabinieri arrestano grazie a cittadini 50enne che incendiava rifiuti: IL NOME

Home Cronaca di Napoli Marano, Carabinieri arrestano grazie a cittadini 50enne che incendiava rifiuti: IL NOME
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Caivano, 17enne muore in piscina mentre si allena

Il mondo del nuoto è sotto choc. Mario Riccio era tesserato con la società Acquachiara di Pomigliano D'Arco. Franco Porzio: "Una tragedia immane". Mario Riccio,...

Ultime notizie Benevento: 14enne si spara con pistola del padre

Benevento news:  14enne si spara con la pistola del padre, è grave Si esclude il gesto volontario, sarebbe stato un incidente. Un quattordicenne di Vallata,...
55f753ac4fd0bf9dc9150b50d12da632?s=120&d=mm&r=g
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista pubblicista.

Cronaca di Napoli: i Carabinieri hanno arrestato a Marano un 50enne dopo la denuncia da parte di alcuni residenti dell’area industriale (che avevano notato una densa colonna di fumo).

Nella tarda serata di ieri, a Marano di Napoli, i Carabinieri della sezione radiomobile hanno arrestato un uomo di 50 anni, Luigi Chianese, già noto alle forze dell’ordine, resosi responsabile di incendio di rifiuti.

I Carabinieri sono intervenuti grazie alla collaborazione di alcuni residenti dell’area industriale di Marano (cd. “area p.i.p.”) i quali avevano segnalato una colonna di fumo denso proveniente da un campo agricolo che rendeva l’area irrespirabile. La pattuglia è intervenuta, ha localizzato la provenienza del rogo ed ha sorpreso l’uomo mentre era ancora intento ad alimentare le fiamme, rischiando per altro di incendiare la vegetazione circostante.

Nel rogo, spento grazie all’intervento dei vigili del fuoco, sono state trovate varie tipologie di rifiuti: materiale plastico, scarti di potature, arredi domestici (porte verniciate, parti di mobili, vasi in ceramica ecc…), farmaci scaduti e rifiuti urbani. Il veloce intervento dei militari, da tempo impegnati sul territorio in mirati servizi di contrasto agli illeciti ambientali, ha consentito di arrestare l’uomo con l’accusa di combustione illecita di rifiuti. Ora è ai domiciliari in attesa del giudizio direttissimo. L’area è stata sottoposta a sequestro penale.

- Advertisement -

Ultime Notizie

Questa notte torna l’ora solare: lancette indietro di un’ora

Torna l'ora solare: alle 3 dovremo ricordarci di mettere le lancette degli orologi indietro di 60 minuti. La notte tra sabato 24 e domenica 25...

Benevento-Napoli, probabili formazioni e dove vederla in streaming e tv

Benevento-Napoli vede il ritorno in campo della formazione allenata da Rino Gattuso dopo l'inattesa sconfitta subita in Europa League: ecco tutti i modi per...

Guerriglia a Napoli contro il lockdown: arrestati due pregiudicati

Cronaca di Napoli: il primo bilancio della notte di guerriglia parla di quattro Carabinieri feriti e diversi poliziotti contusi. Aggredita la troupe di Sky...

Lockdown in Campania, l’ordinanza tra lunedì e martedì: chi chiude e chi no

Attesa per l'inizio della prossima settimana l'ordinanza firmata dal governatore De Luca, che ripristinerà il lockdown in Campania: ecco tutte le chiusure. Dovrebbe essere firmata...

Acerra, sequestrata un’autocarrozzeria abusiva: due denunce

Acerra: gli agenti del locale Commissariato e personale della Polizia Metropolitana hanno sequestrato un’autocarrozzeria abusiva. Gli agenti del Commissariato di Acerra e personale della Polizia...