venerdì, Settembre 24, 2021

L’Ensemble Barocco Accademia Reale ha dedicato un concerto a Michele Mascitti

- Advertisement -

Notizie più lette

L'Ensemble Barocco Accademia Reale ha dedicato un concerto a Michele Mascitti
Carlo Farinahttps://www.2anews.it
Carlo Farina - cura la pagina della cultura, arte con particolare attenzione agli eventi del Teatro San Carlo, laureato in Beni culturali, giornalista.

Il magnifico Complesso Monumentale Sant’Anna dei Lombardi a Napoli, ha ospitato il concerto dell’Ensemble Barocco Accademia Reale che ha eseguito Le Sinfonie a due violini, violoncello e basso di Michele Mascitti, dimenticato compositore della Scuola Musicale Napoletana del Settecento.

Dopo il recente successo che l’Ensemble barocco Accademia Reale ha ottenuto presso la Sagrestia della Sala Vasari, con un omaggio a Carlo Broschi, in arte Farinelli, il più grande e famoso castrato di tutti i tempi, la prestigiosa ensemble è tornata nuovamente ad animare questo luogo magico con un nuovo e appassionato concerto dedicato questa volta a Michele Maschitti.L'Ensemble Barocco Accademia Reale ha dedicato un concerto a Michele Mascitti

Una figura molto importante per la musica a Napoli nel Settecento, il secolo d’oro della maggiore produzione operistica napoletana che superò, di gran lunga, quella di tutte le altre. Nato a Villa Santa Maria in provincia di Chieti, Maschitti si trasferisce a Napoli, come gran parte di tutti i più grandi musicisti dell’epoca, per studiare con lo zio Pietro Marchitelli che era violinista preso la Cappella Reale e del Teatro San Bartolomeo, uno dei più grandi e conosciuti di Napoli, prima che Carlo III di Borbone lo sostituisse, nel 1737, con l’attuale Teatro San Carlo, molto più grande e idoneo a rappresentare Napoli città capitale del Regno delle Due Sicilie.L'Ensemble Barocco Accademia Reale ha dedicato un concerto a Michele Mascitti

L’attività di Michele Maschitti era prevalentemente legata al violino, per il quale scrisse numerose composizioni che oggi purtroppo sono raramente eseguite, forse perché nel 1710 decise di trasferirsi in Francia dove continuò con grande successo la sua luminosa carriera di musicista, a tal punto che il suo nome venne francesizzato in Michel Maschitti. Tutto il suo enorme talento musicale unito da una sensibilità artistica tutta italiana, venne completamente assorbita dai francesi, che evidentemente avevano subito intuito le sue enormi capacità di compositore e violinista, “strappando” all’Italia un valido ed eccellente musicista.

In questo i francesi erano molto bravi e lungimiranti, e pertanto riuscivano facilmente ad avere questi grandi musicisti a loro disposizione. Non a caso, la produzione delle opere di Maschitti è tutta edita a Parigi ed è per la maggior parte legata al violino, anche se ha scritto molto per clavicembalo. Voglio inoltre aggiungere che il prezioso manoscritto di una sua Gigue de Michel Mascitti, è attualmente conservato presso la Biblioteca dell’Università di Yale negli Stati Uniti, per una circostanza che non ci è nota.    

Pertanto, una piccola parte dell’immenso e invidiabile patrimonio musicale napoletano inedito del XVII e XVIII secolo, è stato proposto nella sala citata venerdì 25 giugno 2021, alle ore 19,00, con il concerto dell’Ensemble Barocco Accademia Reale, diretto dal M° Giovanni Borrelli da sempre attento e sensibile divulgatore di quella musica barocca che raramente viene proposta, nonché raffinato ed eccellente violinista, e inoltre, in  quest’occasione, anche un cordiale e preparato musicologo che ha introdotto il concerto con alcuni cenni di carattere storico-biografico, per capire meglio la struttura musicale dei pezzi eseguiti e la loro genesi in un contesto, quello del Settecento a Napoli, unico e molto particolare. 

Ad eseguire le Sonate a due violini, violoncello e basso di Michele Mascitti, oltre al già citato M° Giovanni Borrelli (Violino barocco di concerto e direzione), i musicisti Giuseppe Grieco (Violino barocco), Carmine Matino (Viola barocca) Francesco Scalzo (Violoncello barocco) e Tina Soldi (Clavicembalo).

La nobile e preziosa iniziativa è inserita nel progetto La Scuola Musicale Napoletana – X edizione a cura dell’Associazione Culturale Accademia Reale, con il patrocinio della Regione Campania. Il progetto di ricerca, recupero e valorizzazione del patrimonio musicale napoletano inedito del XVII e XVIII secolo, include la presentazione dell’edizione critica delle Sonate a due violini, violoncello e basso di Michele Mascitti, a cura di Giovanni Borrelli, direttore dell’Ensemble barocco Accademia Reale. Con strumenti rigorosamente antichi e interpretazioni filologiche sono state presentate alcune delle Sonate Napolitane per salvaguardare dall’oblio il ricco patrimonio culturale e musicale campano del periodo barocco.

Il concerto è stato anche registrato e mandato in diretta sul canale Facebook di Accademia Reale. Il progetto La Scuola Musicale Napoletana X edizione ha coinvolto inoltre insigni studiosi per la ricerca dei manoscritti inediti ricevendo il patrocinio dell’Università Parthenope di Napoli, del Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli e di Istituti di cultura del territorio. Si ringrazia, per la disponibilità della Sagrestia Vasari, l’Arciconfraternita di Sant’Anna dei Lombardi e San Carlo Borromeo nella persona di Padre Salvatore Fratellanza e la cooperativa sociale ParteNeapolis.

Il concerto, per l’eccezionalità del repertorio, per il luogo magico della Sala Vasari, e per la presenza di tale ensemble, può essere tranquillamente classificato come un “concerto da non perdere”, se consideriamo che non solo è stato possibile, tra l’altro, effettuare una visita guidata all’interno del Complesso menzionato, ma abbiamo potuto anche ascoltare brani di autori pressoché sconosciuti, ma non per questo meno bravi di quelli più noti e fortunati.  

Michele Mascitti, Sonate a due violini, violoncello e basso

Presentazione dell’edizione critica a cura di Giovanni Borrelli

Accademia Reale Edizioni

PROGRAMMA

Domenico Gallo (1730 – 1769 ca)

  • Sonata a 2 violini e Basso in Sol maggiore (attribuita a G. B. Pergolesi)

(Moderato, Andantino, Fugato Presto)

Michele Mascitti (1664 – 1760)

  • Sonata op. 1 n. VII in Re maggiore per 2 violini, violoncello e basso

(Vivace, Allegro, Grave, Allegro)

Michele Mascitti (1664 – 1760)

  • Sonata op. 1 n. VIII in La minore per 2 violini, violoncello e basso

(Un poco andante, Allegro, Adagio, Allegro)

Michelangelo Jerace (1706/1710 – 1780)

  • Sinfonia n. 1 in Re maggiore 

Ensemble barocco Accademia Reale

direttore Giovanni Borrelli

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie