venerdì, Agosto 12, 2022

L’associazione Scarlatti inaugura il “Progetto Mozart” alla Chiesa Anglicana di Napoli

- Advertisement -

Notizie più lette

Carlo Farina
Carlo Farinahttps://www.2anews.it
Carlo Farina - cura la pagina della cultura, arte con particolare attenzione agli eventi del Teatro San Carlo, laureato in Beni culturali, giornalista.

Mercoledì 8 giugno alle ore 19.30 presso la Chiesa Anglicana in via San Pasquale a Chiaia, e con il patrocinio della Fondazione Emiddio Mele, l’Associazione Scarlatti inaugura il “Progetto Mozart”.

Con l’esecuzione integrale dell’opera per pianoforte (le sonate, le fantasie e il repertorio a quattro mani) di Wolfgang Amadeus Mozart, curata dall’ Associazione Alessandro Scarlatti e affidata a giovani talenti del pianoforte, in collaborazione con il Conservatorio Giuseppe Martucci di Salerno, e con il patrocinio morale del Forum Austriaco di Cultura Roma e del Goethe Institut Neapel, prende il via mercoledì 8 giugno l’ambiziosa rassegna pianistica denominata “Progetto Mozart”. 

L'associazione Scarlatti inaugura il "Progetto Mozart" alla Chiesa Anglicana di Napoli
Giada Pellegrino

In questo primo concerto, nella esecuzione di Giada Pellegrino, seguiremo il giovane Mozart mentre nuove i primi passi nel mondo della Sonata per strumento a tastiera, attraverso le Sonate n. 1 in do maggiore K 279 e  n. 2 in fa maggiore K 280, composte entrambe a Salisburgo intorno al 1774 quando Mozart era già diciottenne. Nella seconda parte della serata, 

Davide Cesarano completerà il programma con la celeberrima Fantasia in do minore K 475 e la Sonata n. 14 in do minore K 45, brani che spesso vengono eseguiti in coppia. Giada Pellegrino ha iniziato a studiare pianoforte a sei anni con Sara Pellegrino e dal 2014 ha proseguito con Costantino Catena. Nel 2016, a 14 anni, è stata ammessa al Triennio Accademico presso il Conservatorio D. Cimarosa di Avellino con 30/30, seguita da Costantino Catena e ultimando il primo livello con Maria Teresa Russo. Nel 2020 si è diplomata presso il Liceo Classico “Parmenide” di Vallo della Lucania e a luglio ha conseguito la Laurea Triennale in pianoforte con 110 e Lode. 

L'associazione Scarlatti inaugura il "Progetto Mozart" alla Chiesa Anglicana di Napoli
Davide Cesarano

A ottobre 2020 è stata ammessa al Biennio di secondo livello di Pianoforte al Conservatorio G. Martucci di Salerno. Nel 2018/19 ha frequentato il corso annuale di alto perfezionamento con Bruno Canino. Davide Cesarano nato a Sarno nel 2003. Intraprende lo studio del pianoforte all’età di sette anni. Prosegue alla scuola media ad indirizzo musicale, per poi proseguire i suoi studi presso l’Accademia Sant’alfonso Maria de Liguori. Frequenta il liceo musicale e all’età di 16 anni inizia il Conservatorio G. Martucci di Salerno, seguito dal M° Costantino Catena. Ha partecipato alla rassegna “È aperto a tutti quanti” al Palazzo Zevallos, condividendo un recital con una sua collega. È stato presente ad alcuni concorsi, Concorso Internazionale Vietri sul Mare, Concorso Città di Airola. Ha partecipato ad alcune Masterclass col M° Catena

“Nell’estate del 2021 nei giardini di Villa Pignatelli, abbiamo realizzato Progetto Beethoven, l’esecuzione integrale di tutte le sonate del genio di Bonn, ad opera di tanti ed eccellenti giovani pianisti provenienti dal Conservatorio di Salerno. – ricorda il direttore Artistico Tommaso Rossi – Si è trattato di un’impresa a dir poco ambiziosa, che ha mobilitato le classi di pianoforte di quell’istituzione e ha sancito anche il ritorno alla vita musicale e alle esecuzioni pubbliche dopo la chiusura forzata subita per mesi. Ora, a distanza di un anno, abbiamo voluto ritentare e ripetere il piccolo miracolo.”

Questa monumentale esecuzione integrale, che comprenderà 29 sonate in totale, verrà realizzata non soltanto a Napoli, presso la Chiesa Anglicana in Via San Pasquale a Chiaia, ma anche a Salerno nella Chiesa di San Giorgio, per un totale di 14 concerti e ben 18 giovani pianisti impegnati nel progetto. La musica di Mozart per pianoforte, a differenza di quella romantica, non tende a rappresentare le passioni del suo creatore, ma mira a discorrere sempre con l’ascoltatore, ponendosi il problema di piacere agli esperti e ai non esperti. La sua musica è una felice combinazione di elementi popolari e di complessità. Una delle ragioni del fatto che piaccia così tanto è probabilmente questa: la qualità si combina a un linguaggio scorrevole, talvolta popolare, con una tessitura ricca ma sempre trasparente, mai pensata per un solo target di persone. Pertanto questo “Progetto Mozart” è mirato anche al coinvolgimento di tutte le fasce d’età, che vogliono “imparare” e studiare la struttura melodica e armonica di una Sonata, attraverso l’ascolto di questi pezzi immortali che il genio di Salisburgo ha saputo così bene creare, lasciandoci un patrimonio che anticipa la monumentale “Bibbia” della musica, rappresentata delle 32 Sonate per pianoforte di Beethoven.    
Biglietto unico €5
Programma completo www.associazionescarlatti.it

L’accesso ai concerti è consentito con mascherina FFP2

Programma

Mercoledì 8 giugno 2022 – Chiesa Anglicana – ore 19.30

Giada Pellegrino, pianoforte

Sonata n. 1 in do maggiore, K279

Sonata n. 2 in fa maggiore, K280

Davide Cesarano, pianoforte

Fantasia in do minore, K475

Sonata n. 14 in do minore, K457

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie