30-11-20 | 15:10

“L’arte al femminile”, mostra fotografica a Villa Pignatelli

Home Cultura "L'arte al femminile", mostra fotografica a Villa Pignatelli
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Coronavirus a Caserta, buone notizie: sono in netto aumento i guariti

Coronavirus a Caserta: in aumento il numero di guariti dal Covid 19 (una ventina negli ultimi giorni). Buone notizie sull’emergenza Coronavirus nel Casertano, dove sono...

Ultime Notizie: Bacoli, è polemica sui rifiuti trasferiti in area di sosta

Ultime Notizie Fa discutere a Bacoli la procedura di trasferimento dei rifiuti eseguita in città, in un'area di sosta pubblica. L’attivista Nestore Antonio Sabatano, presidente...
5a9fa1d6595dda5678b20c716ed74260?s=120&d=mm&r=g
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Mostra fotografica a Villa Pignatelli – L’arte al femminile – Julia Margaret Cameron – Florence Henry – Francesca Woodman. Le tre maggiori figure femminili della storia della fotografia, riunite per la prima volta, idealmente, in questa mostra, che sarà inaugurata sabato 18 marzo, alle ore 11.00, al Museo Pignatelli di Napoli.  

di Carlo Farina – E’ stata presentata questa mattina a Villa Pignatelli, in anteprima per la stampa, la Mostra Fotografica L’arte al femminile, dedicata, per la prima volta, alle opere di tre celebri e importanti artiste che hanno contribuito, attraverso la fotografia, allo sviluppo e alla diffusione di questa vera e propria arte. L’esposizione delle fotografie è stata curata da Giuliano Sergio, è promossa dal Polo Museale della Campania, da sempre sensibile a manifestazioni di questo genere, con la fattiva collaborazione degli Incontri Internazionali d’Arte e della Galleria Massimo Minini. foto cameronLa mostra allestita a Villa Pignatelli, presenta un corpus di circa 90 opere di queste tre artiste (trenta immagini per ciascuna) che, nate in epoche completamente diverse, non si sono mai conosciute, ma che tuttavia ciascuna di esse ha narrato con lucida realtà, le problematiche e le difficoltà della propria epoca, vissute in prima persona con un ‘autonomia espressiva, che le ha rese famose nella storia della fotografia. Nata a Calcutta nel 1815, Julia Margaret Cameron, nella sua nuova ricerca pittorialista, che prende le mosse e si struttura intorno a canoni classici, introduce un nuovo concetto di fotografia che si oppone all’assoluta nitidezza dell’immagine fotografica. Infatti, dopo aver sperimentato anche con obiettivi imprecisi una messa a fuoco approssimativa, inventa la cosiddetta fotografia “flou”, una delle tecniche che sarà maggiormente usata da molti suoi successori. Si tratta, in definitiva, di fotografie ottenute con il nostro classico filtro “diffusore”, una sorta d’immagine “onirica”, tale da rendere la stessa quasi opaca e imperfetta, ma molto affascinante per i ritratti fotografici. Nonostante le forti critiche che le furono rivolte, la Cameron resta senza dubbio una delle fotografe più importanti e innovatrici del XIX secolo. florence-henri-2Con il suo inconfondibile stile, riprende i volti d’importanti personaggi dell’epoca, da John Herschel (che con l’iposolfito di sodio, bloccò l’annerimento dei granuli d’argento nelle stampe fotografiche) a Robert Browing, da Frederic Watts a Charles Darwin. Di epoca completamente diversa, infatti Florence Henry nasce a New York nel 1893, musicista e pittrice, frequenta nel corso della sua vita i più importanti personaggi della avanguardie storiche, come il Dadaismo, e il Surrealismo, tra questi Klee, Kandisky, Arp e i coniugi Delanuay, immortalando i loro volti attraverso ritratti fotografici che esprimono un linguaggio decisamente vivo ed estremamente articolato. Con l’uso dello specchio, sperimenta un nuovo tipo di fotografia, il cosiddetto “doppio” che frammenta l’immagine proprio alla maniera “cubista”. Con l’ultima delle tre artiste, arriviamo alla seconda metà del Novecento, infatti, Francesca Woodman nasce a Denver nel 1958, da padre pittore e madre ceramista. Nel 1975 studia alla RISD (Rhode Island school of design) e concentrerà la sua arte fotografica prevalentemente sul corpo e sul rapporto con l’ambiente.  Numerosi e celebri i suoi nudi femminili in bianco e nero, talvolta realizzati a volto oscurato. Resta, senza dubbio, una delle figure più enigmatiche e inquietanti della storia della fotografia, attraverso i suoi numerosi scatti che trasmettono un forte senso di estrema solitudine. Morirà suicida a New York, nel 1981. La mostra dedicata a queste tre importanti figure legate al linguaggio fotografico, è un appassionante viaggio attraverso un mondo che in definitiva non esiste più, quello della fotografia analogica, prima che fosse distrutta o soppiantata dal digitale e la scelta di collegare alla stessa queste tre donne, simili per esperienza lavorativa, ma diverse per natura.

Sarà possibile visitare la mostra fino al Primo maggio 2017, dalle ore 10 alle 17 (martedì chiuso), con il pagamento del biglietto di appena 5 euro.   

- Advertisement -

Ultime Notizie

Serie A2 Girone Rosso: GeVi Napoli Basket-Benacquista Latina 90-58

GeVi Napoli Basket: i partenopei battono per 90-58 la Benacquista Latina: Coach Sacripanti: “Molto contento del lavoro fatto, Proviamo a creare la "cantera" napoletana”. Seconda...

Circumvesuviana, soppresse 13 corse: la protesta dei pendolari

L'Eav ha scatenato la protesta degli utenti per la cancellazione di ben tredici corse, proprio nel giorno del ripristino integrale del servizio nella fascia...

Boscoreale, paura nella notte: 3 colpi di pistola contro un’abitazione

Sono stati trovati in totale sei bossoli in via Settetermini a Boscoreale, dove sono intervenuti i carabinieri dopo l'esplosione di alcuni colpi d'arma da...

Renato Zero: ecco l’ultimo cd della trilogia “Zerosettanta”

Renato Zero: ecco Volumeuno (l’ultimo dei tre cd che uno dei re della musica italiana ha realizzato in occasione dei suoi 70 anni). Il...

Calcio Napoli, il richiamo di Gattuso: “Serve buonsenso, troppi senza mascherina”

Il tecnico del Calcio Napoli sui tanti assembramenti in città per onorare la memoria di Maradona: "Dobbiamo fare i bravi, altrimenti ne pagheremo le...