La pallanuoto abbatte le barriere. Nasce la prima società per diversamente abili

1554
Caivano, 17enne muore in piscina mentre si allena a pallanuoto

La società, nata per i diversamente abili, sarà presentata il 25 febbraio alle ore 11,15 presso la Piscina di Sori (Genova). Seguirà il primo allenamento di pallanuoto con i ragazzi.

Si chiama Waterpolo Columbus Ability Team è la prima società in Liguria per diversamente abili. L’idea nasce da Carola Falconi, atleta e capitano del Bogliasco 1951 femminile, e da Stefano Begni, istruttore a Varese per diversamente abili e da Francesco Grillone, giornalista pubblicista.
La società sarà presentata il 25 febbraio alle ore 11,15 presso la Piscina di Sori (Genova). Seguirà il primo allenamento con i ragazzi.

Perchè una società di pallanuoto per diversamente abili?

L’elemento acqua azzera tutte le barriere. L’acqua promuove in modo particolare l’integrazione del disabile. Quando la realtà esistenziale dei disabili sulla terra mette in evidenza la differenza della normalità, l’immergersi nell’acqua risalta la normalità della differenza: tutti si trovano immersi in un ambiente diverso a cui adattarsi, sperimentando momenti di uguaglianza e comunanza universali, promuovendo nel disabile sicurezza, fiducia e serenità mentale.

Pallanuoto, in Liguria nasce la prima società per diversamente abiliPerché un disabile dovrebbe giocare a pallanuoto?

Perché è uno sport che promuove il contatto, lo spirito di squadra, la determinazione, il rispetto, il divertimento e permette all’atleta di sfruttare al meglio le sue abilità in quanto l’acqua non va ad inficiare le sue potenzialità ma anzi agevola la riuscita del gesto tecnico e del rendimento sportivo.

In questa prima fase i ragazzi si alleneranno settimanalmente nelle proprie società e ogni volta che ci troveremo (almeno una volta al mese) faremo due sedute in una giornata, l’allenamento del mattino sarà incentrato prettamente su lavori di tecnica individuale, sulla posizione del corpo in acqua e affronteremo le varie difficoltà di ogni atleta in base alla propria disabilità sul galleggiamento, spostamenti verticale/orizzontale, cambi di direzione, ecc… proponendo esercizi adattati ad ogni atleta, esercizi studiati e preparati dagli allenatori (anche in seguito a video analisi dei ragazzi).

Nell’allenamento del pomeriggio invece punteremo sulla preparazione tecnico/tattica e l’insegnamento della pallanuoto, facendo partitelle tra di noi e dando le prime indicazioni che riguardano il gioco di squadra. Esercizi sulla marcatura a uomo, conoscenza del regolamento, lavori per favorire l’interazione e l’integrazione con i compagni. Quest’ultimo punto sarà di fondamentale importanza per quanto riguarda l’affiatamento del gruppo.

Organizzeremo amichevoli con altre realtà e cercheremo durante l’estate di programmare un torneo qui in Liguria. Parteciperemo ai possibili futuri eventi proposti dalla FINP.

La nostra prima mission sarà quella di reclutare nuove leve e quindi di aumentare i nostri iscritti con l’obiettivo di dare la possibilità ai giovani/adulti liguri con disabilità di avvicinarsi alla pallanuoto e iniziare a praticare questo splendido sport con noi, divertendoci insieme!