La La Land, su Sky Cinema 1 il musical vincitore morale degli Oscar 2017

756
La La Land, su Sky Cinema 1 il musical vincitore morale degli Oscar 2017

Per la prima volta in televisione, in onda sul satellite sui canali Sky Cinema 301, 302 e su 304, da poco battezzato “Sky Cinema Oscar” in vista della lunga diretta che la piattaforma da anni offre ai suoi abbonati in occasione della notte degli Oscar, c’è “La La Land“, il bel film di Damien Chazelle, premio Oscar alla regia 2017, e con Ryan Gosling ed Emma Stone, migliore attrice sempre all’edizione scorsa degli Academy Awards.

Si dice spesso che il film che vince l’Oscar come miglior pellicola susciti antipatie e venga spesso dimenticato nel corso degli anni, soprattutto se considerato a lungo il vincitore favorito della vigilia. Nel 2017 questo stava avvenendo anche per La La Land, già premiato a Venezia 2016 e sulla cresta dell’onda tra Golden Globes, SAG, e BAFTA. È pur vero che in conclave chi entra papa esce cardinale, ed è proprio quello che accadde lo scorso anno al musical di Damien Chazelle (regista di Whiplash). La La Land, su Sky Cinema 1 il musical vincitore morale degli Oscar 2017Nel modo più beffardo e insolito, imprevisto, quasi prendendo alla lettera l’adagio dell’arte che imita la vita e viceversa: come nel finale del film, sognato e perciò di breve durata nella mente dei protagonisti, anche per i produttori del film la vittoria fu breve, i discorsi spezzati improvvisamente dal notaio addetto al controllo delle buste, che fece rilevare come Faye Dunaway e Warren Beatty avessero sbagliato nel pronunciare il nome del vincitore. Confusione soprattutto dell’attrice sul palco, rea confessa di aver incoronato La La Land al posto di Moonlight, il vero trionfatore.

La La Land, su Sky Cinema 1 il musical vincitore morale degli Oscar 2017Questa vittoria dimezzata, mutilata ha forse aiutato a proteggere La La Land dagli attacchi ricevuti poi da Moonlight nelle settimane successive, e lo ha reso simpatico, accattivante: un film di culto, un piccolo classico con tutte le carte in regola per definirsi tale, la cui eco è stata così grande da risuonare in tv da ormai due mesi con lo spot della TIM, in cui persino Mina canticchia le note di Another Day of Sun, canzone di apertura del musical.

La La Land, su Sky Cinema 1 il musical vincitore morale degli Oscar 2017L’incipit vale già l’intera visione ed è uno dei più bei esordi per una storia degna dei tempi d’oro di Hollywood: un long take serpeggiante tra le auto bloccate nel traffico prenatalizio a Los Angeles, dove la gente, stufa e frustrata in auto, comincia a cantare sogni, speranze e ambizioni nella Mecca del Cinema. In realtà tra steadycam, crane e stacchi “a schiaffo” il piano sequenza è illusorio, ma l’effetto che ne deriva, la carica di energia, forza creatrice accendono subito la scintilla della narrazione. Qualcuno ci ha visto un omaggio all’inizio di Otto e Mezzo di Fellini, e in parte è vero, ma sta di fatto che quell’esplosione di balli, colori e coreografie è solo una delle tante situazioni metacinematografiche in cui si ritroveranno i due protagonisti.

La La Land, su Sky Cinema 1 il musical vincitore morale degli Oscar 2017Mia e Sebastian (ovvero Emma Stone e Ryan Gosling, perfetti nell’alchimia dei ruoli, e pensare che li stavano per sostituire Emma Watson e Dan Stevens della Bella e la Bestia live action), si vedono, si scrutano, si scontrano e si rincontrano in continuazione nel corso del film. Per giungere alla conclusione, mentre il sole sorge sulla città degli angeli e sono impegnati a ballare il tip tap a cantare Lovely Night – numero che cita chiaramente Cantando sotto la pioggia che è troppo strana questa coincidenza. Sarà amore tra le stelle del Planetario e le suonate al piano, ma non senza problemi e momenti di crisi: provini deludenti, recital sfortunati a teatro e tournée troppo commerciali per il bel Sebastian, cultore ossessivo del jazz quanto lo è Mia della settima arte e degli Studios in cui lavora. Gli stessi in cui tornerà in veste diversa, con una nuova vita e il lavoro dei suoi sogni.

La La Land, su Sky Cinema 1 il musical vincitore morale degli Oscar 2017Regia magniloquente, sceneggiatura ben scritta tranne qualche asciugatura che non avrebbe guastato, musiche orecchiabili e di qualità (Oscar strameritato a Justin Hurwitz), cosa rara nei recenti musical di questo primo ventennio del secolo. Gli elementi per rimanere nella Storia c’erano e ci sono tutti. Per trionfare a casa di zio Oscar un po’ meno, ma quando a dettare gusti e scelte c’è il politicamente corretto, un’opera leggiadra e leggera, ma profonda allo stesso tempo come La La Land è destinata a soccombere.