venerdì, Maggio 24, 2024

De Luca al Green Med Symposium: “Pronti investimenti per 300 milioni di euro”

- Advertisement -

Notizie più lette

Gabriella Monaco
Gabriella Monacohttp://www.2anews.it
Redattrice laureata in 'Lettere Moderne'. Appassionata di Scrittura, Arte, Viaggi e Serie tv."

Vincenzo De Luca interviene al Green Med Symposium manifestazione in cui si sono svolti gli stati generali dell’ambiente.

“Occorre trovare un punto di equilibrio tra ambiente, tecnologia e natura. La produzione dell’energia può e deve essere compatibile con la bellezza della natura”. Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca interviene così al Green Med Symposium manifestazione in cui si sono svolti gli stati generali dell’ambiente. Dal palco della Sala Dione della Stazione Marittima di Napoli De Luca ha annunciato importanti investimenti per contrastare il cambiamento climatico, tra questi un piano per l’autonomia idrica della Regione.

“Il Green Med Symposium è diventato un appuntamento fisso, quest’anno abbiamo voluto parlare di sistemi idrici e di recupero dei borghi nelle aree interne ma anche delle comunità energetiche decisive per il nostro futuro – ha spiegato il presidente De Luca – ma ciò che ci preme sottolineare è che la Campania è l’unica Regione ad aver messo a punto un piano per rendersi autonoma dal punto di vista idrico sia in campo agricolo, che industriale e potabile.

Questo mese partiranno le gare per la realizzazione di tre invasi collinari e poi proseguiremo con l’assegnazione per la diga di Campo Lattaro per un investimento che al momento conta 300 milioni di euro. In questo modo saremo in grado di recuperare i 6mila litri di acqua al secondo che ci servono per essere autonomi”

Il ‘Green Med Symposium’ è stata l’occasione per ribadire l’importanza della formazione per intraprendere le professioni del futuro, i green jobs: “Il senso di questa assemblea e la grande sfida della Regione – conclude De Luca – è quello di trasmettere i valori ai giovani. Non possiamo rinunciare ad educare le nuove generazioni al rispetto e alla cultura dell’ambiente. Per questo bisogna che siano direttamente le università ad occuparsi di ricerca scientifica, per non ferire l’ambiente.

L’esempio più eclatante sono le pale eoliche, il loro impatto ambientale è evidente, capiamo che sono indispensabili ma non è inevitabile rovinare la collina, dobbiamo lavorare per miniaturizzare questi oggetti meccanici. Io sono fiducioso perché si sono create le condizioni culturali all’attenzione all’ambiente, alla ricerca e al lavoro”.

E proprio alle nuove generazioni è stata dedicata la seconda giornata del Green Med Simposium, cominciato con il premio che ha visto protagonisti i ragazzi delle 11 scuole napoletane che hanno aderito alla campagna ‘Riciclare i Raee è una bella storia’. Gli studenti hanno raccolto quasi una tonnellata di rifiuti elettronici (966 kg) e ad aggiudicarsi il premio di 5 mila euro per l’acquisto di materiale didattico è stato il liceo scientifico ‘Renato Caccioppoli’.

Proprio alle start up innovative sarà dedicata la terza edizione del premio Claudio Cicatiello organizzato con il supporto dell’assessorato all’innovazione della Regione Campania, con premi in denaro messi a disposizione dalla fondazione Banco di Napoli che andranno alle tre migliori idee di impresa.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie