Teatro Diana: prossima stagione ricca di spettacoli e grandi artisti

1239
teatro diana

Il Teatro Diana presenta in conferenza stampa la prossima stagione artistica 2017/2018. Un cartellone ricco di spettacoli e grandi artisti.

di Giuseppe Giorgio – E’ ricordando la figura di Melina Balsamo insieme al suo contributo umano per il teatro, che Lucia Mirra ha passionalmente aperto, al Teatro Diana, la conferenza di presentazione della prossima stagione artistica. Un’annata, come ha subito ribadito Claudia Mirra, “che procederà nel solco dei successi del 2016/2017  con 178 mila spettatori in circa 258 aperture di sipario e con un record di 9.140 abbonati”. “Una nuova stagione – come ha aggiunto la rappresentante della storica famiglia teatrale- che punterà su tante altre novità partendo dalle ospitate più riuscite dello scorso anno come quelle con Geppy Gleijeses e Mariangela d’Abbraccio con “Filumena Marturano”, Massimo Ranieri con lo spettacolo su Viviani firmato Scaparro e Vincenzo Salemme  con “Una festa esagerata”. Ed è così che annotata nell’albo d’oro di casa la data dello scorso 12 maggio, quando al Vomero c’è stato lo svelamento di una palina  dedicata alla figura più rappresentativa della storia del Diana: Mariolina De Gaudio Mirra, ad essere annunciati sono stati i protagonisti di un cartellone ricco di numeri e nomi.  Ad inaugurare la 38a stagione del Teatro Diana, la stessa che coinciderà con l’85° anniversario della storica struttura, sarà  Gino Rivieccio con “Cavalli di ritorno”. teatro diana gino rivieccio“Un lavoro- come ha detto lo stesso attore- che nel consentirmi di festeggiare i miei 40 anni di attività, porterà in scena con i testi di Riccardo Cassini e Gustavo Verde e la partecipazione di Giovanni Esposito, il famoso tema del cavallo di ritorno. Ciò, non solo pensando alla sventura del protagonista che deve subire questa brutta pratica per effetto della sottrazione dello smartphone ma soprattutto pensando ai cavalli di ritorno operati per l’auto con la tassa di circolazione, per la casa con l’Imu e per la televisione con il canone Rai da pagare”. A seguire, al Diana, arriverà Massimo Ranieri con “Malia” ed un super quintetto formato da Enrico Rava, Stefano Di Batista, Rita Marcotulli, Riccardo Fioravantie e Stefano Bagnoli.  Dal 6 dicembre, sarà la volta di Laura Morante alle prese con uno studio su Goldoni con la “Locandiera B&B” per la regia di Roberto Andò. Omaggiando lo scomparso Elvio Porta, dal 19 dicembre, Biagio Izzo, sarà il protagonista dello spettacolo “Dì che ti manda Picone” un adattamento di Lucio Aiello con Mario Porfito.teatro diana biagio izzo “Dopo la bella esperienza teatrale- ha detto sarcasticamente Izzo- torno a fare soltanto l’attore per stare più tranquillo e lo faccio con il Diana dove mi sento a casa mia”. Sempre per il nuovo cartellone in abbonamento ad 11 spettacoli, al Diana arriveranno anche Peppe e Toni Servillo e i Solis String Quartet con “La parola cantata”, ovvero,  un recital tutto dedicato a Napoli. In scena dal 24 gennaio, ci sarà Lina Sastri, con “Biografia in musica, appunti di viaggio”. Uno spettacolo- ha detto l’artista – che cambia di sera in sera e che grazie all’ospitalità del Diana mi farà ricordare i tempi in cui a fare l’attore non ci si sentiva dei sopravvissuti”. Grande attesa anche per “Don Chisciotte” il testo originale di Maurizio De Giovanni con Peppe Barra, Nando Paone e Serena Rossi. “Il mio- ha detto De Giovanni- non è un adattamento, bensì un testo originale che approfondisce la figura del grande personaggio del Cervantes. teatro diana maurizio de giovanni Liberamente tratto dalla famosa storia, il lavoro è ambientato nei primi giorni dopo la fine della seconda guerra mondiale”. “Dopo aver lavorato, con gli Ipocriti e poi con Salemme- ha aggiunto l’interprete Nando Paone- ho realizzato il mio primo sogno nel cassetto  interpretando il molieriano Sganarello con Alessandro Prezioni. Adesso con il personaggio di Don Chisciotte, a me tanto vicino per aspetto ed indole, sto per realizzare il secondo sogno”. Dal 14 marzo, a 40 anni dall’uscita dell’omonimo film di Dino Risi,  l’attore e regista “Massimo Ghini, porterà in scena “Operazione San Gennaro- La leggenda” mentre dal 4 aprile Frrancesco Cicchella sarà il protagonista con la regia di Gigi Proietti di “Millevoci Tonight Show”. “Un lavoro- come ha detto lo stesso Cicchella- in bilico tra il varietà italiano di una volta e quello americano contemporaneo”.  Dal 25 aprile, spazio a Umberto Orsini, Massimo Popolizio e Giuliana Lojodice con “Copenaghen” di Michael Frayan. A chiudere la stagione in abbonamento dal 8 maggio, infine, ci penseranno Lorella Cuccarini e Gianpiero Ingrassia con “Non mi hai detto ti amo”, una storia sulla famiglia italiana di oggi scritta e diretta da Gabriele Pignotta. A completare le proposte: i fuori abbonamento con Salemme e la sua “Una festa esagerata”,  il concerto di Eugenio Bennato, la commedia di Carlo Buccirosso, “Il pomo della discordia” ed ancora, il nuovo appuntamento con “Opera Talk Show” a cura del regista Riccardo Canessa che partità il 17 gennaio del nuovo anno con Tosca.  Non mancheranno gli spettacoli per le scuole, tra cui il nuovo lavoro di Peppe Celentano e Gianpiero Mirra, “Generazione.zero”, che come ha detto l’attrice Gabriella Cerino, “osserva, con particolare attenzione, il pericoloso bullismo proveniente dal web. Ancora, la rassegna musicale “Diciassette&trenta Classica”, la Palestra dello Spettacolo con il nuovo corso di scrittura teatrale con Maurizio De Giovanni affiancato da Francesco Velonà e le attività formative sulla produzione teatrale con “Alternanza Scuola Lavoro.