L’amica geniale 2: un successo di ascolti (in attesa della terza serie)

248
L’amica geniale 2: un successo di ascolti (in attesa della terza serie)

L’amica geniale: boom di ascolti (28% di share) anche per l’ultima puntata della seconda serie tratta dai romanzi di Elena Ferrante. Ecco le anticipazioni della terza serie (che andrà in onda nel 2021).

Un successo straordinario anche per l’ultima puntata della seconda serie de L’amica geniale, che ieri sera è stata vista da quasi 7 milioni di telespettatori (28% di share), incollati agli schermi di Rai 1 per seguire le storie di Lila e Lenù, alle quali il destino ha riservato sorti diverse.

Se, da un lato, Lenù si laurea alla Normale di Pisa e inizia un percorso da scrittrice (dopo essersi fidanzata con Piero Airota, giovane inserito in ambito accademico), dall’altro la vita di Lila è sempre più piena di amarezze.L’amica geniale 2: un successo di ascolti (in attesa della terza serie) L’unica gioia si chiama Rino, il figlio che ha avuto dalla relazione con Nino Sarratore, che dopo l’aggressione di Antonio ha fatto perdere le sue tracce. Lila si convince che solo l’educazione possa salvare il figlio dal rione e, così, si applica affinchè possa crescerlo nel migliore dei modi. La paura che Stefano possa toglierle anche questa possibilità, però, resta, finché la ragazza, dopo aver appreso anche dei tradimenti del marito violento, lascia definitivamente casa Carracci.

L’amica geniale va a vivere con Enzo, con cui però non ha nessuna relazione, ed il figlio, lavorando nella fabbrica del papà di Bruno, ma nel frattempo aiuta Enzo a studiare codici di programmazione. Lenù va da lei per dirle che la pubblicazione del romanzo è anche merito suo: si è resa conto, infatti, che molto di quanto ha scritto è intriso de La fata blu, il racconto che Lila aveva scritto da piccola. Questo, però, non sembra più interessarle, tant’è che quando Elena le riconsegna il manoscritto del racconto, ricevuto da una parente della defunta maestra Oliviero, Lila lo getta nel fuoco. Ad Elena non resta che iniziare il tour di promozione del suo romanzo nelle librerie, difesa tra l’altro da Nino Sarratore, che prende le sue parti dopo l’accusa di aver scritto un libro troppo “spinto”.

L’amica geniale 2 si conclude così, ma i telespettatori attendono con ansia il terzo capitolo della serie ispirata ai romanzi della “misteriosa” Elena Ferrante, coprodotta da HBO e Rai Fiction.

L’amica geniale 3: ecco le anticipazioni

Gaia Girace e Margherita Mazzucco sono state davvero straordinarie nelle loro interpretazioni, circondate da un cast di attori altrettanto giovani ma già di grandissimo livello (come ad esempio Giovanni Amura, alias Stefano Carracci).

Tuttavia, potrebbero esserci cambiamenti, visto che per esempio Lila e Lenù diventano adulte alle prese con lavoro e famiglia e non possono quindi più avere i volti di Gaia Girace e Margherita Mazzucco (16 e 17 anni).L’amica geniale 2: un successo di ascolti (in attesa della terza serie) Le riprese delle nuove puntate inizieranno tra qualche mese e saranno dirette ancora una volta da Saverio Costanzo: la messa in onda è prevista nel 2021.

La terza stagione è ambientata negli anni ’70. Lila è ancora un’operaia della ditta di Bruno. Ma le condizioni lavorative non sono delle migliori e Lila si fa portavoce di un’intera classe operaia.

Lenù, invece, diventa scrittrice affermata grazie all’aiuto di Piero, nel frattempo divenuto suo marito. Elena ha due bambine, ma il ritorno di Nino cambia la sua situazione famigliare: gli ex compagni di scuola diventano ben presto amanti. Lila, dal canto suo, inizia una relazione con Enzo, che l’ha salvata dal matrimonio con Stefano Carracci.