L’amica geniale 2: il 23 e il 24 maggio Piazza dei Martiri sarà set della serie

285
L’amica geniale 2: il 23 e il 24 maggio Piazza dei Martiri sarà set della serie

L’amica geniale: dopo piazza Carlo III, Port’Alba e Corso Umberto, un altro punto storico di Napoli sarà location per la seconda serie tratta dai romanzi di Elena Ferrante.

Tra i luoghi di Napoli che faranno da set alla seconda serie de L’amica geniale, ci sarà anche Piazza dei Martiri, dove sono previsti “ciak” per le giornate di giovedì 23 e venerdì 24 maggio.

Dopo Piazza Carlo III, Port’Alba e Corso Umberto, un altro punto storico della città partenopea sarà dunque location per la seconda serie tratta dai romanzi di Elena Ferrante (diretta da Saverio Costanzo, con ancora Gaia Girace e Margherita Mazzucco nei panni di Lila e Lenù): proprio in piazza dei Martiri è situato il negozio di scarpe Cerullo gestito da Lila. L’amica geniale 2: il 23 e il 24 maggio Piazza dei Martiri sarà set della serie Si prevede un set blindato, per cui sono già stati allertati gli agenti della Polizia Locale, mentre Comune di Napoli e I Municipalità predisporranno degli specifici dispositivi di traffico, per limitare i disagi per cittadini e automobilisti.

L’amica geniale 2: ecco le anticipazioni della seconda serie

Dopo il grandissimo successo della prima stagione, i fan de L’amica geniale (la serie-evento tratta dai bestseller della “misteriosa” scrittrice Elena Ferrante, diretta da Saverio Costanzo e co-prodotta da Rai e Hbo) attendono con grande curiosità la seconda serie.

La storia (che vedrà protagoniste ancora Gaia Girace e Margherita Mazzucco, Lila e Lenù adolescenti) sarà tratta da Storia del nuovo cognome, il secondo dei quattro libri della saga di Elena Ferrante.L’amica geniale 2: il 23 e il 24 maggio Piazza dei Martiri sarà set della serie Sarà un viaggio che metterà al centro il percorso di studi di Lenù, la quale, negli ultimi episodi della prima serie, ha iniziato a scrivere articoli (e il cui spirito critico è talmente alto da farsi cacciare dalla classe dal docente di religione). Ma, soprattutto, c’è curiosità sulla convivenza tra Lila e Stefano Carracci (non iniziata certamente sotto i migliori auspici).