Beautiful, si profila una battaglia legale Bill-Katie per Will

922
Beautiful, anticipazioni dal 29 settembre al 5 ottobre

Anticipazioni americane Beautiful: la celebre soap opera americana vedrà prossimamente una battaglia legale tra Bill e Katie per la custodia del piccolo Will.

Dopo la pausa estiva, Beautiful, la celeberrima soap opera statunitense in onda su Canale 5 (ore 13.40), è regolarmente tornata in onda ieri. Tra i personaggi che saranno protagonisti assoluti, stando a quanto trapela dalle anticipazioni sulle puntate in onda negli Stati Uniti, ci sarà ancora una volta Bill Spencer.

Come riporta “TvSoap.it”, suo grande rivale sarà Thorne Forrester, con in mezzo Katie Logan e suo figlio Will. Non ci saranno ritorni di fiamma, ma Katie è preoccupata per come il rapporto tra il suo bambino e il padre si sia raffreddato. Bill ha infatti trascurato il figlio, immerso negli affari ma, soprattutto, dal suo desiderio per Steffy Forrester.Beautiful, si profila una battaglia legale Bill-Katie per Will Respinto da quest’ultima, Katie ha affrontato l’ex marito rimproverandolo per i problemi creati alla stessa Steffy, rovinando il suo rapporto con Liam e Wyatt. Ma a preoccupare la sorella di Brooke Logan è soprattutto il fatto che Bill debba essere un genitore migliore per Will.

Così, approfittando di una serata romantica con Thorne, Katie lo convincerà a portare il bambino a casa sua, nonostante le reticenze dell’editore. L’uomo d’affari, infatti, avverte questa distanza e non è a suo agio nel gestirla. Così, di fronte alle richieste del figlio di tornare a casa, Bill ha dovuto riaccompagnarlo da Katie, rovinando così la sua serata romantica.Beautiful, si profila una battaglia legale Bill-Katie per Will A quel punto scoppia una lite tra Bill e Thorne, che sottolinea come l’editore sia stato un pessimo padre con tutti i suoi figli, col rampollo di casa Forrester che si dirà pronto anche a fare da padre a Will. Ed ecco che Katie valuterà l’idea di chiedere la custodia esclusiva del figlio, mentre Bill si troverà in difficoltà quando un impegno di lavoro importante si sovrapporrà ai suoi programmi della giornata con il bambino.