Amore criminale: la prossima puntata racconterà il femminicidio di Enza Avino

614
Amore criminale: la prossima puntata racconterà il femminicidio di Enza Avino

Amore criminale: la puntata di domenica 31 marzo (Rai 3, ore 21.30) racconterà il femminicidio di Enza Avino (la ragazza di Terzigno uccisa nel 2015 dall’ex fidanzato).

La puntata di domenica 31 marzo (ore 21.30) di Amore criminale, programma di Rai 3 condotto da Veronica Pivetti, sarà dedicata al femminicidio di Enza Avino, la ragazza di Terzigno uccisa nel settembre del 2015 dall’ex compagno Nunzio Annunziata.

Come nel classico stile del programma, la dolorosa vicenda è stata ricostruita con una docu-fiction, che racconterà una relazione piena di violenza. Tantissime le denunce della donna ai Carabinieri per le minacce e le violenze subite (addirittura 20 querele in appena 3 mesi).

Quando Enza decide di porre fine alle violenze dopo cinque anni, lascia l’uomo, che però continua ad angosciarla. La donna, dopo uno stalking durato 3 mesi, si vede costretta a sporgere un’ulteriore denuncia. A quel punto i magistrati dispongono una misura cautelare: prima gli arresti domiciliari, poi revocati, e la disposizione di un divieto di avvicinamento.Amore criminale: la prossima puntata racconterà il femminicidio di Enza Avino Ma nonostante questo, il 14 settembre 2015, Nunzio aspetta che Enza esca dalla caserma dei Carabinieri, la segue con l’auto, le taglia la strada costringendola a fermarsi, si avvicina al finestrino e spara numerosi di colpi di pistola.

Non pago dell’atrocità commessa, dopo aver sparato l’uomo trascina il corpo di Enza fuori dal veicolo, abbandonandolo sull’asfalto, e le ruba la borsa e il cellulare. Con quel telefonino, Nunzio annunziata chiama il fratello della ragazza, annunciando che di lì a poco avrebbe ucciso anche lui.

Non farà in tempo a farlo, perché viene arrestato dai Carabinieri la mattina successiva dopo una lunga notte di ricerche: in primo grado, con il rito abbreviato, è stato condannato a 30 anni di carcere (poi confermati in appello).