Gli azzurri vincono anche a Ferrara: Spal-Napoli 2-3

0
807

Il Napoli sbaglia, rimonta, non gioca bene ma vince anche a Ferrara. Sarri: “Abbiamo avuto una grande reazione, ma complimenti alla Spal”.

di Gianmarco Giugliano – Partita difficilissima su un terreno in pessime condizioni. Nella ripresa uno strepitoso Ghoulam serve a Callejon  la palla del pareggio e poi la risolve con un tiro dal limite all’82’. Sarri sceglie un po’ di turn over e lascia in panchina Allan, Jorginho, Albiol. Debutto per Maksimovic e nuova chance per Zielinsky e Diawara a centrocampo. Parte col solito palleggio il Napoli ed al 6’ Hamsik dopo un dribbling stretto in area tira sul palo di Gomis: sicura la parata del portiere della SPAL. La squadra di Semplici cerca di rispondere con un possesso palla ordinato al limite dell’area di rigore per poi partite in contropiede. Al 13’ è un napoletano a portare in vantaggio la SPAL: nella azione sulla destra e passaggio al limite dell’area per Schiattarella che infila un poco reattivo Reina. Immediata la reazione del Napoli: azione prolungata nello stretto tra Callejon e Insigne con conclusione precisa del magnifico con un tiro rapido e deciso. Dopo appena un minuto il risultato torna in parità: 1-1. Si potrebbe pensare che il Napoli, spinto anche dalla forza psicologica del pareggio, riesca a fare un sol boccone dell’avversario ma la SPAL dimostra carattere e geometrie vanificando il pressing avanzato degli attaccanti partenopei. A centrocampo, tra l’altro, Zielinsky e Diawara non danno il contributo che ci si aspettava mentre Maksimovic è Koulibaly non sempre sono precisi e lasciano a Borriello lo spazio per far salire i romagnoli. Il primo tempo finisce 1-1. Ci si aspetta il solito Napoli arrembante nella ripresa ma nonostante un maggior possesso palla e scambi più stretto, i ragazzi di Sarri restano imbrigliati dal campo in pessime condizioni e dalla buona organizzazione della SPAL. Allan entra al posto di Hamsik  e Milik al posto di un opaco Zielinsky. Al 72’ gran cross di Ghoulam per l’inserimento di Callejon che di testa insacca. Il 4 2 3 1 di Sarri dura poco ma crea in pochi minuti molte occasioni: Milik e Mertens impegnano Gomis in due difficili interventi. Il Napoli non soffre ma al 78’ un intervento troppo energico di Rog di testa costringe l’arbitro a fischiare una punizione dal limite. Viviani realizza mentre Reina sembra anvita una volta poco reattivo. Lo stesso Rog ci prova da fuori prima della perla di Ghoulam che all’82’ prende palla a centrocampo, avanza nello spazio accentrandosi e, dopo un dribbling largo fa partire un tiro chirurgico sul palo più lontano. Spal 2 Napoli 3. Milik sfiora il 4-2 in contropiede ma all’89’ deve uscire per un infortunio al ginocchio destro. Da valutare le sue condizioni. Il Napoli resta in dieci ma non soffre fino al fischio finale. Il Napoli soffre, rimonta, passa in vantaggio, si fa rimontare ma riesce a non perdere mai la testa e porta a casa una preziosissima vittoria. Altri tre gol realizzati; record di vittorie consecutive all’inizio di un campionato di serie A e undicesima vittoria consecutiva considerate anche le 5 dello scorso anno. Grande prestazione di Ghoulam, bene Insigne ed Allan dal suo ingresso. Sotto la sufficienza Reina, Diawara, Zielinsky.

(foto sscnapoli)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here