Giovanni Malagò al Circolo Canottieri per ricordare Carlo De Gaudio

432
Giovanni Malagò al Circolo Canottieri per ricordare Carlo De Gaudio

Il presidente del Coni, Giovanni Malagò al Circolo Canottieri per ricordare Carlo De Gaudio. Presenti anche Marco Tardelli e Antonio Matarrese.

Domani, Giovedì 12 aprile, alle ore 11,30 il presidente del Coni, Giovanni Malagò sarà al Circolo Canottieri Napoli per ricordare Carlo De Gaudio, Presidente Benemerito del sodalizio giallorosso scomparso due anni e mezzo fa. Con lui Marco Tradelli componente della squadra che nell’82 regalò il Mondiale agli azzurri di Enzo Bearzot, il presidente Antonio Matarrese, Antonello Valentini e Marino Bartoletti.

A Carlo De Gaudio sarà intitolato il Salone dei Trofei e sede storica delle Assemblee dei Soci nel corso delle quali è stato spesso grande protagonista. Con il presidente Achille Ventura la solenne cerimonia alla presenza dei figli di Carlo De Gaudio, Chantal e Ugo e dei dirigenti del sodalizio giallorosso. Tantissimi i giornalisti amici di Carlo che saranno presenti.

“Quello della intitolazione del Salone dei Trofei al nostro Carlo De Gaudio è un atto particolarmente sentito dalla grande famiglia giallorossa – ha dichiarato il presidente giallorosso, Achille Ventura – e che avremmo dovuto già fare, nei confronti di uomo e di un grande dirigente sportivo conosciuto e apprezzato in Italia e nel Mondo, ma che nel suo cuore aveva soprattutto la Canottieri Napoli “.

Carlo De Gaudio, è morto a Ischia il 24 agosto del 2015, all’età di 87 anni. E’ stato presidente della Canottieri Napoli, ma è rimasto nel cuore di tutti gli italiani per la fortunata spedizione dei Mondiali di calcio dell’82 in Spagna, quando l’Italia di Bearzot conquistò il terzo titolo di campione del mondo e lui era dirigente Federcalcio (fu capo delegazione degli azzurri in Spagna e responsabile ai rapporti con la stampa) .

De Gaudio è sempre stato un uomo appassionato di sport, ma anche un imprenditore di successo. Alla Canottieri Napoli ha ricoperto il ruolo di Presidente dal 1981 al 1993, Commissario dall’88 all’89 ed infine acclamato Presidente Benemerito nel 1997.