domenica, Ottobre 17, 2021

Galleria Toledo e la nuova stagione celebrando 30 anni di teatro e innovazione

- Advertisement -

Notizie più lette

Giuseppe Giorgio
Caporedattore, giornalista professionista, cura la pagina degli spettacoli e di enogastronomia

La Galleria Toledo presenta la sua nuova stagione e le iniziative per il 2021/2022. Si partirà il prossimo 8 ottobre con l’emblematico lavoro “Napule 70”.

Pronta per festeggiare i suoi primi trent’anni, la Galleria Toledo dopo essersi rifatta il look, presenta la sua nuova stagione e le iniziative per il 2021/2022. “Due anni – ha detto la direttrice artistica Laura Angiulli dal nuovo palco della struttura – durante i quali, nonostante il blocco per la pandemia non siamo stati mai fermi. Lavorando attraverso il web e utilizzando al meglio le risorse ottenute, abbiamo migliorato l’impianto di areazione, sistemato la sala e rinnovata la platea con delle eleganti e comode poltrone”.

Tanto impegno, quindi, per il “Teatro Stabile d’Innovazione” di via Concezione a Montecalvario che, anche per il nuovo cartellone presenta degli spettacoli definiti dalla stessa Angiulli e dal direttore organizzativo Rosario Squillace “di una poetica e un’artisticità di riconoscibile valore”.

Ed è con queste premesse che tra novità, spettacoli da recuperare, altri presentati a Roma e altri visti al Campania Teatro Festival, alla Galleria Toledo si partirà il prossimo 8 ottobre con l’emblematico lavoro “Napule 70”, “legato – come ha ribadito la direttrice artistica- alla nostra storia e alle nostre origini”.

Si continuerà dal 22 ottobre con il ritorno de “Lucy e le altre” tratto dall’opera di Philip Roth con la drammaturgia e la regia di Laura Angiulli. Ancora in cartellone l’angolo dedicato a Shakespeare intitolato “La Congiura” con il “Giulio Cesare” (due volte fermato dalla pandemia) e “Antonio e Celopatra”, insieme al recupero dello spettacolo della scorsa stagione “Il deserto dei Tartari” di Dino Buzzati.

A completare la nutrita proposta, tra i tanti appuntamenti in calendario, “I cioccolatini di Olga” di Philip Roth nella visione di Laura Angiulli; “Il canto dei colori- L’intervista perduta di Henri Matisse”con Sandro Lombardi; “Giovanna D’Arco” per la regia di Filippo D’Alessio, fino a giungere a Santo Stefano con il “Duo Baldo”. “Uno spettacolo musicale – come ha spiegato l’attrice e regista Angiulli- davvero delizioso che in attesa di una programmazione definitiva per il periodo natalizio porterà in teatro un momento di raffinatezza e divertimento”.

Firmata sempre dalla Galleria Toledo, grande interesse desterà pure la rassegna di cinema imperniata sui titoli “Cinema e filosofia” e “Movie Flowers” in programma dal 10 gennaio 2022 nella Villa Pignatelli. “Una stagione– ha concluso Laura Angiulli- che, dopo lo stop, ci vede desiderosi di ripartire sia pure preoccupati per qualche nuova brutta notizia. Una stagione di rinascita legata anche alla relazione sorta con l’Accademia di Belle Arti, tutta orientata verso quegli spettacoli che fanno bello il teatro”.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie