“Rinascita a Sud”, la quinta edizione del premio “Ritratti di Territorio”

663
“Rinascita a Sud”, la quinta edizione del premio “Ritratti di Territorio”

“Rinascita a Sud”, la quinta edizione del premio “Ritratti di Territorio”, al Bagatto a Pagani. Premiata l’attrice ed operatrice culturale Lucia Oreto.

Neanche la pioggia è riuscita a fermare “Rinascita a Sud”, la quinta edizione del premio “Ritratti di Territorio” felicemente svolta al Bagatto a Pagani. Grande successo di pubblico per la manifestazione ideata quattro anni fa da Nunzia Gargano in occasione dei suoi venti anni di giornalismo; un pretesto per premiare tutti coloro che, in un modo o in un altro, nella loro vita quotidiana sanno evidenziare gli aspetti positivi del Mezzogiorno e della Campania in particolare.

L’evento gode del patrocinio dell’Assostampa Valle del Sarno ed è svolto in collaborazione con le Edizioni dell’Ippogrifo e dell’Associazione “Amici di Villa Calvanese”. In quattro anni Ritratti di Territorio è diventato un appuntamento immancabile a settembre, oltre che un sito aggiornato quotidianamente sui temi che riguardano l’enogastronomia e la valorizzazione dei prodotti locali.

“Rinascita a Sud”, la quinta edizione del premio “Ritratti di Territorio”

Coadiuvata dalle giornaliste Maria Pepe e Barbara Ruggiero e con la impeccabile conduzione di Roberto Ritondale, giornalista Ansa Milano, la serata ha preso vita grazie a Nunzia Gargano che ha messo in piedi, per il quarto anno consecutivo, un vero e proprio galà che suona come un inno al Sud, all’appartenenza territoriale e al sentimento. A tema anche la musica dei The Gentlemen ovvero Leonardo Tortora e Francesco Casillo.

Particolarmente apprezzato anche l’intermezzo teatrale di Vincenzo Sabatino della scuola teatro ragazzi di Casa Babylon in Pagani. Tantissimi i premiati nelle varie categorie di “Ritratti di Territorio”. Tra questi, parlando della sezione teatro, a conquistare il prestigioso riconoscimento è stata l’attrice ed operatrice culturale Lucia Oreto.

Questa la motivazione della giuria e della organizzazione: “Lucia Oreto, attrice e divulgatrice del teatro partenopeo e della grande epopea del San Carlino di Pulcinella, porta in scena la storia di un popolo attraverso le sue maschere. Come interprete e come docente, ha sempre rivolto la sua attenzione al sociale. La sua ‘Colombina’ riesce a far rivivere un’ironia schietta e senza tempo”.