Paul McCartney in concerto a Napoli: già venduti 9000 biglietti per l’evento

299
Paul McCartney in concerto a Napoli: già venduti 9000 biglietti per l’evento

Paul McCartney canterà il prossimo 10 giugno in piazza del Plebiscito. Sarà uno show di tre ore (per il quale sono già stati venduti 9000 tagliandi).

Il concerto che Paul McCartney terrà a Napoli mercoledì 10 giugno sarà senza dubbio uno degli eventi musicali dell’anno. A 29 anni dalla sua prima (e finora unica) esibizione nella città partenopea, quella al Palapartenope nel 1991, lo storico membro dei Beatles (77 anni) infiammerà piazza del Plebiscito in una delle tappe dell’atteso Freshen Up Tour.

Come già accaduto nel 2013 per il concerto Bruce Springsteen, la piazza sarà chiusa e il concerto sarà a pagamento. L’attesa è così grande che in poco più di una settimana sono già stati venduti 9000 biglietti (acquistati online dai fan). Da domani sarà possibile acquistarli anche nelle biglietterie accreditate. I prezzi dei biglietti variano in 3 diverse fasce: 78 euro, 130 euro e 220 euro.Paul McCartney in concerto a Napoli: già venduti 9000 biglietti per l’evento Ma c’è da scommetterci che la piazza si riempirà fino alla capienza che oscillerà tra i 22 e i 25.000 spettatori: “Paul ha scelto Napoli e mi ha detto espressamente che voleva cantare in Piazza del Plebiscito -ha dichiarato Mimmo D’Alessandro, manager per l’Italia del grande musicista, durante la presentazione dell’evento a Palazzo San Giacomo- Sarà uno spettacolo grandioso, di tre ore, con tutta la musica dei Beatles e il meglio della sua carriera da solista. Si tratta dell’ultimo tour che McCartney farà in Italia e ha voluto fortemente toccare Napoli (oltre che Lucca, dove suonerà sabato 13 giugno 2020, ndr)”.

Lo staff segnala inoltre una chicca: “Paul canterà ‘O sole mio come sound check e, forse, anche in concerto. Le prove saranno aperte al pubblico selezionato di fan“. Non dovrebbero mancare grandi classici come Michelle, Yesterday e Let It Be, oltre alle tante altre canzoni che Sir Paul ha composto durante la sua carriera da solista.

Lo stesso D’Alessandro ha inoltre annunciato anche l’intenzione di Roger Waters di voler suonare a Napoli nel 2021. Orgoglioso il sindaco Luigi de Magistris: “È un grande risultato – ha commentato il primo cittadino partenopeo- che conferma la destinazione Napoli come una delle top nel mondo”.