Pasta di Mandorle: ecco la ricetta del ‘Divino Amore’

553
Pasta di mandorle: ecco la ricetta del 'Divino Amore'

La Pasta di Mandorle: dolci tentazioni preparate dalle monache del Convento Divino Amore, che erano esperte nell’arte dolciaria. Ecco la ricetta.

Pasta di mandorle: ecco la ricetta del 'Divino Amore' Anche la Pasta di Mandorle rientrano tra i dolci di Natale tradizionali e sono indubbiamente uno dei pezzi forti di questo periodo dell’anno, delle vere leccornie, alcuni hanno origine antichissima e si cominciano a preparare nelle case e nelle pasticcerie dai primi giorni dell’Avvento fino all’Epifania.

La storia ci racconta che nel XIII secolo, le monache di clausura del convento Divino Amore a Spaccanapoli, che si trovava vicino San Biagio dei Librai.

Erano molto esperte nell’ Arte dolciaria ed in occasione delle Feste per portare avanti il Convento, preparavano tanti dolci Natalizi dell’ antica Tradizione Napoletana e tra questi uno di quelli più antichi nato dalle loro mani esperte sono state delle dolcissime paste chiamate “ Il Divino Amore.

Pasta di mandorle: ecco la ricetta del 'Divino Amore' Un dolce che arriva dritto al cuore, in onore di Beatrice di Provenza, madre del Re di Carlo II D’Angiò. Erano delle paste morbide di forma ovale ricoperte di una glassa di zucchero di colore rosa e farcite con delle mandorle, canditi profumati, uova e confettura di albicocche.  Oggi il convento non esiste più, ma la tradizione della preparazione del Divino Amore non si è mai fermata come anche la maggior parte dei dolci campani.

L’antica ricetta del Divino Amore

Ingredienti per l’impasto: 500 gr di mandorle sgusciate ma non pelate, 500 gr di zucchero semolato, 3 uova, 1 limone, 1 bustina di essenza di vanillina, 100 gr di canditi misti (cedro, cocozza e scorzette d’arancia), ostie, 3 cucchiai di marmellata di albicocche

Per la confettura: zucchero a velo, 1 albume, colorante rosa, qualche goccia di succo di limone

Pasta di mandorle: ecco la ricetta del 'Divino Amore'

Procedimento

Macinare tutte  le mandorle non pelate con un tritatutto e unirle a dello zucchero e acqua fredda fino ad ottenere un impasto consistente.

Aggiungere  2 uova intere e un tuorlo, i canditi a pezzettini, la vaniglia e la scorza di limone grattugiata. Formare degli ovetti e foderarli con le ostie, infornare su carta da forno, per circa 20 minuti a 180°.

Lasciare raffreddare le paste, rimuovere le ostie e spennellare con la marmellata di albicocche diluita con acqua e zucchero. Preparare la ghiaccia bianca e colorarla con il colorante rosa.  Poi preparare la confettura montando a neve l’ulbume con lo zucchero a velo vanigliato ed il colorante rosa. Il velo di glassa può essere poi distribuito sopra le paste.