La ricetta della scarola imbottita o ‘mbuttunata

423

La scarola imbottita, per i napoletani ‘mbuttunat”, è un piatto classico e nutriente della cucina tradizionale partenopea. Ecco come si prepara.

Chi di voi non ha mai cucinato la scarola imbottita? Cespi di scarola insaporiti con olive, capperi, acciughe,che vengono legati con un filo di spago e cotti interi, è un vero spettacolo! La scarola è una prezioso ortaggio invernale, quindi è una verdura di stagione che utilizzata a tavola in tutte le occasioni e  può trasformarsi in un piatto speciale per il pranzo di Natale.

La ricetta della scarola imbottita o 'mbuttunata

Le proprietà della scarola

Come tutte le cicorie è apprezzata fin dall’antichità, per le sue proprietà nutrizionali, depurative e anche diuretiche, in quanto ricca di vitamina A e Sali minerali. E’ una insalata a foglie larghe di colore verde chiaro,dal tipico gusto dolce e leggermente amaro, di consistenza croccante ed oltre al consumo crudo , si presta molto bene per la preparazione di minestre, pizze farcite e contorni saporiti.

Insieme ai saporiti friarielli saltati in padella, è la verdura più utilizzata nelle ricette tradizionali del capoluogo partenopeo e dintorni, insieme alla classica pizza ripiena con  olive nere e capperi addolciti con uva sultanina e dei pinoli, alla quale nessuno potrà resistere.

Che sia domenica o in giorno di festa, la scarola imbottita, è sempre un piatto elegante da poter servire alla famiglia per un pranzo speciale. E’ un classico ripieno aromatico di stile Mediterraneo dal sapore molto intenso è farcita con sapori tipici della cucina campana.

Si tratta di una semplice preparazione di origine contadina, visti anche gli ingredienti poveri e tradizionali che la compongono, che viene servita come contorno o come secondo piatto leggero.

La ricetta della scarola imbottita o 'mbuttunata

La tradizione vuole che sia presente su tutte le tavole a partire dal cenone di Natale all’Epifania, ogni momento è buono per proporlo, anche perché è un piatto che se riposa un giorno, poi diventa ancora più saporito.

Ingredienti per 4 persone

4 cespi di scarola, 50 g di olive nere di Gaeta denocciolate, 20 g di capperi dissalati, 1 cucchiaio di pinoli, 1 cucchiaio di uvetta sultanina, 4 filetti di acciuga sott’olio, pecorino grattugiato a piacere, pangrattato, olio extra vergine di oliva, 1-2 spicchio d’aglio, sale e pepe

La preparazione è semplice

Lavare bene le scarole lasciandole intere e scartando solo le foglie esterne ingiallite. Sgocciolarle e appoggiarle aperte su un piano da lavoro, se i cespi sono molto grandi consiglio di tagliarli a metà.

 In una padella fate soffriggere l’olio e l’aglio aggiungendo le olive denocciolate e tagliate in pezzetti i capperi appena sciacquati e metà dose di pane grattugiato. Aggiungete a ciò che risulterà essere il ripieno della scarola imbottita anche i pinoli,prezzemolo tritato, un pizzico di sale, le acciughe private della lisca e l’uva sultanina che avrete tenuto almeno un minuto in acqua.

Allargare le foglie e farcire ogni scarola insieme ad una spolverata di pecorino. Legate i cespi con lo spago, ungere leggermente una teglia da forno e disporre sopra gli involtini di scarola, spennellando con olio e del pangrattato. Cuocere in forno a 180°C per 30 minuti e poi con il grill per 5 minuti, da formare una leggera crosticina croccante sulla superficie.