Gambero Rosso serata “Tre Bicchieri”

747

di Giuseppe Giorgio – Grande serata a Palazzo Caracciolo, dove, nella cornice del trecentesco chiostro e tra una folla di appassionati del mondo del vino, ha preso vita, presentato da “Citta del Gusto”, l’edizione 2017 dei “Tre Bicchieri”. Ovvero, l’importante evento, per il sesto anno consecutivo ospitato a Napoli, interamente dedicato ai top wines italiani premiati con il prestigioso riconoscimento dal Gambero Rosso. Ed è stato con queste premesse, che nello storico sito di via Carbonara, “Città del Gusto”, animando l’occasione più attesa dal mondo vitivinicolo, ha suggellato ancora una volta la sinergia con la città, celebrando la pubblicazione della Guida Vini d’Italia 2017 che premia i migliori vini della Penisola ed  approfittando poi, dello speciale momento,  per festeggiare anche il trentennale del Gambero Rosso con la più grande degustazione di vini d’Italia. Nata nel 1988, la Guida Vini d’Italia è la più autorevole e nota pubblicazione di settore che ogni anno assegna gli ambitissimi “Tre Bicchieri”, garanzia di eccellenza produttiva e simbolo di qualità assoluta dei vini italiani. Confermandosi come l’appuntamento più glamour e mondano della stagione capace di raccontare la bellezza e l’unicità delle Regioni italiane attraverso un esclusivo parterre di etichette; quest’anno il felice simposio è stato anche arricchito da una connotazione ulteriormente tecnica unita a qualche novità. Dopo l’anteprima esclusiva dedicata ai Buyer e ai professionisti del settore, la serata Gambero Rosso a Palazzo Caracciolo, ha permesso ai partecipanti di degustare i vini premiati e di fare la conoscenza dei produttori. Ancora, per gli appassionati intervenuti, i giornalisti e gli esperti del settore, è stato anche possibile prendere parte ad una degustazione seduta, guidata e riservata, grazie alla quale si sono potuti apprezzare i vini “premi speciali” scoprendo in anticipo le caratteristiche organolettiche del vino Bianco dell’anno (Tenuta di Tavignano-Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Sup. Misco 2015), del Rosso dell’anno (Chiaromonte-Gioia del Colle Primitivo Muro Sant’Angelo Contrada Barbatto 2013), della Bollicina dell’anno (Ruggeri & C.- Valdobbiadene Extra Dry Giustino B. 2015), della Cantina emergente (Istine- Chianti Cl. LeVigne Ris. 2013) e del premio Viticoltore dell’anno (Aimone Vio dell’azienda BioVio- Riviera Ligure di Ponente Pigato Bon in da Bon 2015). Aperto al pubblico sul finale di serata, infine, il tutto sì è trasformato nella gioia  dei wine lovers. Gli stessi che hanno potuto godere di un affascinante percorso tra le eccellenze dell’Italia enoica, abbracciando grandi spumanti, vini rossi, vini bianchi e vini da dessert premiati dalla Guida Vini d’Italia 2017 e presentati, senza dimenticare il tema dello sostenibilità, nei banchi d’assaggio, curati da AIS Campania.