Tasse, le date di scadenza delle imposte a dicembre 2018

130
Tasse, le date di scadenza delle imposte a dicembre 2018

Fisco: ecco le date di scadenza della rottamazione e varie tasse (come Iva, Imu e Tasi).

Sono alle porte le date di scadenza di alcune tasse, con dicembre mese da segnare in rosso sul calendario per il pagamento, tra gli altri, degli adempimenti Iva, di quelli relativi alla rottamazione bis delle cartelle esattoriali, del saldo Imu e Tasi. Ecco le date (riportate dal sito “Termometro politico”).

Rottamazione bis: scadenza 7 dicembre 2018

Venerdì 7 dicembre 2018 è un giorno importante per chi vuole aderire alla rottamazione ter delle cartelle esattoriali. In questa data, infatti, i soggetti che hanno aderito alla rottamazione bis ma non sono riusciti a effettuare i versamenti previsti a luglio, settembre e ottobre, potranno regolarizzare la propria posizione versando quanto dovuto. Ciò consentirà loro di aderire alla rottamazione ter prevista dal DL 119/2018.

Imu, Tasi, Irpef, Inps e Iva: scadenza 17 dicembre 2018

Lunedì 17 dicembre 2018 bisognerà versare il saldo di Imu e Tasi. Generalmente la seconda rata di queste imposte cade il 16 dicembre, che però quest’anno è una domenica e per questo slitta al lunedì successivo.

Il 17 dicembre è anche il giorno di altri adempimenti, come il versamento degli F24 relativi ai tradizionali obblighi Irpef e Inps. Senza dimenticare il versamento dell’imposta per i contribuenti con liquidazione Iva mensile.

Acconto Iva per professionisti e imprese: scadenza 27 dicembre 2018

Giovedì 27 dicembre toccherà ai professionisti e alle imprese tenute al versamento dell’acconto Iva relativamente relativo al periodo d’imposta 2017.

Inoltre, sarà la data della comunicazione degli elenchi Intrastat per gli operatori intracomunitari tenuti mensilmente all’adempimento.

Imposte sui redditi a saldo: scadenza 31 dicembre 2018

L’ultima data da segnare sul calendario è quella di lunedì 31 dicembre 2018, giorno del versamento delle imposte sui redditi a saldo 2017 dagli eredi dei soggetti deceduti dopo il 28 febbraio 2018.