Legge di bilancio, torna la rottamazione delle cartelle fiscali

1444

Nella legge di bilancio tornerà la rottamazione delle cartelle fiscali. Possibili sgravi per le assunzioni dei giovani.

di Luigi Maria Mormone – Non è solo tempo di legge elettorale ma anche di legge di bilancio. Il governo ha approvato ieri il decreto, mentre la legge è attesa per lunedì. Un aspetto importante sarà quello riguardante la riapertura dei termini per la rottamazione delle cartelle fiscali, provvedimento che dovrebbe assicurare circa un miliardo e mezzo di euro. L’ipotesi è quella di recuperare gettito da chi è rimasto escluso dalla prima edizione (per errori formali nella presentazione o compilazione dell’istanza di adesione o cittadini che hanno saltato uno degli appuntamenti con il fisco) e da chi ha invece ricevuto una cartella proprio nel 2017. Il governo dovrebbe fissare il limite ai ruoli dei primi 9 mesi dell’anno, con la possibilità di pagare in 5 rate di uguale ammontare fino a febbraio 2019. La riapertura della sanatoria delle liti pendenti potrebbe invece valere circa 250 milioni. Nello stesso decreto saranno inoltre rifinanziate le missioni militari all’estero e sarà istituito il Fondo imprese Sud, con una dotazione di 150 milioni di euro. La legge di bilancio porterà inoltre sgravi per le assunzioni dei giovani, oltre a una possibile proroga del bonus cultura per i 18enni e a possibili detrazioni per gli abbonamenti ai mezzi pubblici.

Adv