Fca, si decide il dopo Marchionne: Louis Camilleri in pole

446
Fca, si decide il dopo Marchionne: Louis Camilleri in pole

In programma oggi la riunione dei cda di Fca, Cnh Industrial e Ferrari, convocati d’urgenza per affrontare il nodo della successione di Sergio Marchionne.

Clima di attesa davanti alla palazzina del Lingotto, storico quartier generale di Fca, dove in giornata è in programma la riunione dei cda di Fca, Cnh Industrial e Ferrari, convocati d’urgenza per affrontare il nodo della successione di Sergio Marchionne. Il manager, sottopostosi alcune settimane fa a un delicato intervento chirurgico a una spalla, necessiterebbe di un periodo di convalescenza più lungo del previsto, di qui l’esigenza di sostituirlo.

Nonostante lo stesso Marchionne avesse annunciato che avrebbe lasciato Fca nell’aprile del 2019 dopo l’approvazione dei conti del 2018, il ruolo di vertice, tuttora in capo a Marchionne, richiede una presenza costante che il manager non sarebbe in grado di garantire.

John Elkann alla Ferrari

In una palazzina blindata, davanti a cui si stanno piazzando telecamere e giornalisti, il presidente di Fca John Elkann è al lavoro da questa mattina presto. Due sarebbero le ipotesi a cui si starebbe lavorando: una ‘successione ponte’ per far fronte agli appuntamenti più immediati, come l’approvazione della semestrale Fca e la conference call di mercoledì prossimo, in attesa del ritorno del manager, o una soluzione più definitiva. Secondo quanto scrive Automotive News Europe il candidato scelto per la carica di a.d. di Ferrari sarebbe Louis Carey Camilleri, già membro del Consiglio e presidente del board di Philip Morris International. La posizione di presidente di Ferrari, sempre occupata da Marchionne, si riferisce, dovrebbe invece passare a John Elkann.