Atitech Manifacturing: spiragli nella vertenza con Leonardo

2182

Vertenza Atitech Manifacturing: Leonardo si rende disponibile a riassumere i 178 ex dipendenti di Alenia Capodichino.

di Antonella Amato – Ieri si è svolto l’incontro tra Leonardo, Atitech Manifacturing e OO.SS. di Fim Fiom Uilm sulla situazione del gruppo aeronautico e sul destino dei 178 lavoratori ex Alenia di Capodichino da più di un mese in cassa integrazione, ceduti a Lettieri soltanto due anni fa, insieme ad assett di Finmeccanica/Leonardo, di straordinario valore logistico sullo scalo napoletano, per contribuire alla realizzazione del Polo Nazionale/internazionale delle manutenzioni aeronautiche. atitech lettieriLeonardo si rende disponibile a riassumere i dipendenti di Alenia Capodichino, purché si passi attraverso il percorso di ammortizzatori sociali. La cassa integrazione è per riorganizzazione e sarebbe supportata anche da attività di formazione. L’orizzonte temporale di questo percorso potrebbe essere di 24 mesi. Un percorso condiviso con i sindacati e, soprattutto, con Atitech, la società di manutenzioni aereonautiche che due anni fa rilevò il sito produttivo annesso all’aeroporto di Napoli. Una svolta nel negoziato che va avanti da due mesi quella che si è registrata nell’incontro a Roma. In queste ultime settimane c’è stata un’apertura da parte dell’azienda Leonardo che in precedenza si era mostrato molto cauto verso l’ipotesi di ricollocazione del personale attualmente in Cigs. Adesso la ex Finmeccanica prende in considerazione questa opzione per i 178 addetti, che si spera, come previsto nell’accordo del 2015 nel quale, in caso di mancato progetto, Leonardo si impegnava a ricollocare i lavoratori nelle aziende campane. Nell’incontro non si è accennato al destino del sito Atitech Manifacturing di Capodichino. La trattativa tra Atitech M. e Leonardo riprenderà lunedi p.v. alle ore 15.00 sempre a Roma. Domattina presso l’assessorato al lavoro della Regione Campania le Segreterie regionali di Uilm Fim Fiom unitamente alla Rsu Atitech M. e alla relativa direzione aziendale, si incontreranno per stipulare l’accordo di Cigs già in essere, al fine di garantire l’anticipazione del valore dell’ammortizzatore sociale.