domenica, Febbraio 28, 2021

E’ morto Raffaele Cutolo, il boss fondatore della Nuova Camorra Organizzata

- Advertisement -

Notizie più lette

E’ morto Raffaele Cutolo, il boss fondatore della Nuova Camorra Organizzata
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Raffaele Cutolo aveva 79 anni, era ricoverato in ospedale a Parma in regime al 41 bis. L’anno scorso fu respinta la sua richiesta di detenzione domiciliare per consentire le cure.

- Advertisement -

Raffaele Cutolo è morto e con lui il mistero del caso Cirillo. Aveva 79 anni, era ricoverato in ospedale a Parma in regime al 41 bis. Il suo avvocato ha fatto sapere che le sue condizioni si erano aggravate da un paio di giorni.

All’inizio del 1981 Cutolo ottiene il trasferimento nel carcere di Marino del Tronto ad Ascoli Piceno, il 27 aprile di quell’anno, l’assessore democristiano Ciro Cirillo, responsabile amministrativo della ricostruzione postsismica, viene rapito dalla “colonna napoletana” delle Brigate Rosse, nell’occasione diretta da Giovanni Senzani.

In quel periodo, il boss incontra alcuni esponenti della DC e rappresentanti dei servizi segreti italiani che chiedono la sua collaborazione; in particolare, le richieste sarebbero pervenute da Giuliano Granata (all’epoca sindaco di Giugliano in Campania), Silvio Gava, Francesco Pazienza, Flaminio Piccoli, Francesco Patriarca, Vincenzo Scotti ed Antonio Gava. Testimoni degli incontri ad Ascoli Piceno, il direttore e il cappellano del carcere, il luogotenente di Cutolo Vincenzo Casillo e Alfonso Rosanova.E’ morto Raffaele Cutolo, il boss fondatore della Nuova Camorra Organizzata

Attraverso le informazioni dei brigatisti Luigi Bosso e Sante Notarnicola, Cutolo riesce a conoscere i nomi dei carcerieri di Cirillo: Pasquale Aprea e Rosaria Perna, guidati da Senzani. Cutolo riesce a stabilire una cifra per la liberazione dell’assessore napoletano che avviene il 24 luglio 1981. Tutto si risolve in un reciproco scambio di favori tra uomini della DC, servizi segreti, NCO e Brigate Rosse. Tra i favori delle BR a Cutolo, è possibile annoverare l’omicidio del vicequestore Antonio Ammaturo, avvenuto il 15 luglio 1982. In seguito il fondatore della NCO avanzò alcune richieste che non saranno mai accolte, come la seminfermità mentale e alcuni trattamenti di favore per sé e per gli affiliati dell’organizzazione.

E’ stato condannato più volte all’ergastolo, commise il primo omicidio nel 1963, uccidendo un ragazzo al culmine di una lite. Da quel momento, iniziò la parabola criminale del boss. Era in cella da una quarantina d’anni, gli ultimi 25 anni in regime di 41 bis.

Raffaele Cutolo fu soprannominato ‘O Professore dai suoi compagni di carcere, perché l’unico tra di loro capace di leggere e scrivere.

Nel corso degli anni, Cutolo acquisisce grande popolarità ed importanza, presentando la sua nuova organizzazione come mossa da scopi di riscatto e della difesa dei più deboli. In tal senso, è utile ricordare una dichiarazione di Raffaele Cutolo riportata da Isaia Sales:

«Dicono che ho organizzato la nuova Camorra. Se fare del bene, aiutare i deboli, far rispettare i più elementari valori e diritti umani che vengono quotidianamente calpestati dai potenti e ricchi e se riscattare la dignità di un popolo e desiderare interamente un senso vero di giustizia, rischiando la propria vita per tutto questo, per la società vuol dire camorra, allora ben mi sta quest’ennesima etichetta.»

L’anno scorso aveva dichiarato battaglia contro la giustizia italiana, chiedendo il rinvio dell’esecuzione della pena, con detenzione domiciliare, per consentire le cure. Ma il tribunale di Sorveglianza di Bologna avevano respinto le sue richieste. I giudici inoltre avevano precisato che anche se anziano, malato e in cella, Cutolo fosse ancora un simbolo che avrebbe potuto rafforzare i gruppi criminali che si rifanno tuttora alla Nco.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie