David di Donatello, Napoli premia le sue eccellenze: ovazione per Carpentieri

0
461

David di Donatello: il sindaco de Magistris ha premiato i vincitori al Maschio Angioino.

Dopo lo straordinario successo ai David di Donatello, anche la città di Napoli ha voluto rendere omaggio ai vincitori “made in Naples” delle prestigiose statuette. Il sindaco Luigi de Magistris (accompagnato dall’assessore alla Cultura, Nino Daniele) ha infatti consegnato loro una medaglia, nella prestigiosa Sala dei Baroni del Maschio Angioino. Quattro i film ancora una volta osannati, ovvero La tenerezza di Gianni Amelio, Napoli Velata di Ferzan Ozpetek, Ammore e malavita dei Manetti Bros (miglior film ai David) e il cartone animato Gatta Cenerentola: “Vogliamo esprimere gratitudine nei confronti delle nostre eccellenze – ha detto il sindaco de Magistris – Questo è un ulteriore successo per Napoli. È merito dei talenti che vanno dai produttori, attori fino ai tecnici. È anche un segnale che questa città è diventata il set cinematografico più ricercato d’Italia. A Napoli riusciamo a dimostrare che con la cultura si può produrre e che l’arte può essere un’ alternativa di vita, e voi siete testimoni di tutto questo”.

Standing ovation per Renato Carpentieri

Il più emozionato era Renato Carpentieri, miglior attore protagonista per “La Tenerezza” festeggiato con una standing ovation, il quale riconosce il successo di tutto il cinema partenopeo:David di Donatello, Napoli premia le sue eccellenze: ovazione per Carpentieri “Sono stati premiati gli outsider, questa cosa per me è bellissima. E se è accaduto è stato grazie alla forza che sta esprimendo nel cinema la nostra città”. Sono stati consegnati riconoscimenti anche alla costumista Daniela Salernitano (Amore e malavita) e alla scenografa Ivana Gargiulo (Napoli Velata), entrambe studentesse all’Accademia di Belle Arti di Napoli, al produttore Luciano Stella (Mad Entertainment) e a tutto il team che ha realizzato il film di animazione Gatta Cenerentola (regia di Rak, Guarnieri, Sansone e Cappiello), a Franco Ricciardi e Nelson per la canzone Bang Bang (Amore e Malavita).

Franco Ricciardi: “Dedicato alle periferie”

Alla fine della manifestazione, Dario Sansone e Luigi Scialdone, dei Foja, e Franco Ricciardi hanno suonato alcuni brani tratti da Gatta Cenerentola e da Ammore e Malavita. Per quest’ultimo, il David vale come un riconoscimento alle periferie, tante volte bistrattate: “Questo premio per me ha significato tantissimo – ha detto Ricciardi – per me è il secondo, completamente inaspettato. Per me è un riscatto perché vengo dalla periferia, una risposta a quanti dicono che dalle periferie arrivano solo situazione negative. Invece io vorrei essere portavoce di chi non ha voce”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here